Garcia: «Scudetto? Non dipende da noi, la Juve è a +8»

«Lo scudetto? Per me non serve a niente parlarne perchè il nostro destino non è nei nostri piedi, davanti c'è una squadra che ha 8 punti in più. Quindi dobbiamo pensare solo alla gara di Verona e a fare di tutto per vincerla, poi continuare così. Dovremo farci trovare pronti se davanti ci sarà un momento di calo». Così il tecnico della Roma Garcia alla vigilia della sfida del Bentegodi contro la rivelazione del torneo, alla quale i giallorossi potrebbero cedere in prestito Marquinho. La vittoria di martedì in Coppa contro la Juve ha dato morale e forza sul piano psicologico. «Era importante vincere dopo il modo in cui avevamo perso a Torino in campionato - ammette Garcia -. Non avevamo bisogno di sapere che siamo forti, ma ora ne siamo sicuri perché loro non perdono quasi mai e noi abbiamo dimostrato che la Juve può perdere delle partite e che la Roma può ancora giocarsela». Oggi possibile panchina per Totti (in campo Destro). Firma invece Borriello con il West Ham, una delle squadre di Londra: 700mila euro fino al 30 giugno.