Gattuso saluta Higuain: "Non mi ha deluso"

Rino Gattuso ha praticamente annunciato l'imminente addio di Higuain al Milan: "Si è comportato molto bene nei miei confronti, accetto la scelta ma il rispetto rimane"

Rino Gattuso, nella conferenza stampa alla vigilia di Genoa-Milan (che guarderà dalla tribuna), ha praticamente annunciato l'imminente addio di Gonzalo Higuain. Il tecnico rossonero ha così commentato la decisione del Pipita: "Non sono deluso. Si è comportato molto bene nei miei confronti. Accetto la scelta, ma il rispetto rimane. Poteva fare qualcosa di più lui e noi qualcosa in più per servirlo meglio". Il nativo di Corigliano Calabro ha poi aggiunto: "Voglio vedere a livello mentale gente pronta. È giusto andare fare la guerra con chi è pronto a livello mentale. Higuain in questo momento non era pronto".

Gattuso preoccupato: che succede?

È raro trovare Ringhio preoccupato, ma oggi pomeriggio lo ha fatto trasparire platelamente: "Oggi penso che sia stato uno dei più brutti allenamenti della mia gestione con tutte queste chiacchiere. La squadra è preoccupata". Un ambiente che certamente si è appesantito nel momento sbagliato, proprio quando i Diavoli dovranno fare i conti con un calendario impegnativo: "Domani ci mancano quattro giocatori, la preoccupazione c'è. Questa squadra ha bisogno di entusiasmo e di lavorare con grandissima tranquillità. Basta vedere la classifica per vedere quello che ci giochiamo". Infine Gattuso ha fatto un passo indietro riguardo la polemica scatenata sulle scelte arbitrali di Banti in Supercoppa: "Ho perso la testa, mi sono comportato da dilettante. Ero arrabbiato nero, dovevo portare più rispetto, ho commesso un errore. Contesto solo il fatto che se c'è il Var si usa e sui fuorigioco si poteva andare a vedere, non costava nulla. Dopo ho sbagliato e chiedo scusa per l'atteggiamento".

Commenti

Libero 38

Lun, 21/01/2019 - 04:45

Pippagattuso elogia lo zincarotto argentino.Se pippagattuso se avesse un po' di dignita' per il bene del Milan se ne dovrebbe andare via anche lui.