Dalla Germania non c'è pace per Vidal: il cileno coinvolto in una rissa

Vidal è stato coinvolto in una rissa in una discoteca di Monaco. Il titolare del locale, però, lo scagiona: "Lui non ha fatto nulla. Bottiglia e bicchieri li hanno spaccati altri clienti"

Arturo Vidal è finito ancora una volta nell'occhio del ciclone in Germania. Il centrocampista cileno, che piace tanto all'Inter di Spalletti sia per gennaio che per giugno, oltre alle scarse prestazioni in campo ha fatto parlare di sé fuori dal campo per una rissa avvenuta in una discoteca. Secondo quanto riporta il quotidiano tedesco Bild, l'ex giocatore della Juventus nella notte tra il 16 e il 17 settembre, per festeggiare la rotonda vittoria ottenuta in campionato contro il Magonza, per 4-0, avrebbe deciso di recarsi al Crown's Club, noto locale di Monaco.

Vidal, in compagnia del fratello Sandrino e di alcuni amici, un po' alticcio visto il contenuto alcolico della serata, si sarebbe messo a ballare su un tavolo importunando altri clienti. Gli addetti alla sicurezza della discoteca avrebbero così chiesto al cileno di darsi una calmata e per tutta risposta i suoi amici avrebbero scatenato una rissa, con bicchieri e bottiglie spaccate, a cui Vidal avrebbe preso parte attiva. Il titolare del locale, Oliver Reif, però ha scagionato il 30enne: "Lui non ha fatto nulla. Bottiglia e bicchieri li hanno spaccati altri clienti, che con Arturo non avevano nulla a che fare". Un uomo ha sporto denuncia contro ignoti per questo gesto avvenuto oltre un mese fa e ora la polizia tedesca sta indagando sull'accaduto.