Germania o Spagna, i mondiali iniziano coi brividi

Un percorso che potrebbe cominciare subito in salita, come non accadeva da ben 15 anni. Era, infatti, dalle qualificazioni mondiali a Corea-Giappone 2002 che l'Italia non si presentava al sorteggio in seconda fascia. La Nazionale di Antonio Conte è scivolata addirittura al 17° posto del Ranking FIFA, scavalcata da Austria, Slovacchia e soprattutto da Galles e Romania, le due inedite teste di serie nell'urna del Konstantin Palace di San Pietroburgo, dove oggi alle ore 18 (17 ora italiana) verranno decretati i gironi per accedere a Russia 2018.

E così rischiamo subito di incontrare nella nostra strada la Germania campione del Mondo o la Spagna campione d'Europa, il Portogallo di Cristiano Ronaldo o il Belgio di Hazard e Nainggolan. Nemmeno Olanda, Inghilterra e Croazia, le nazionali più abbordabili della prima fascia dopo gallesi e rumeni, potrebbero vederci del tutto soddisfatti. Anche perché per partecipare alla rassegna iridata russa bisogna vincere il proprio raggruppamento o terminare almeno tra le 8 migliori seconde (su 9 totali) che si giocheranno gli spareggi a novembre 2017. Non così semplice. Soprattutto se dalla terza fascia venissero estratte con gli azzurri Polonia o Svezia e dalla quarta Turchia o Israele.

Servirà il classico briciolo di fortuna, sperando che le vecchie conoscenze della serie A (Forlan, Eto'o, Bierhoff) aprano le palline con gli abbinamenti più favorevoli. L'incubo? Italia con Germania, Polonia, Turchia, Cipro e Georgia. Il sogno? Un girone dove a sfidare agli azzurri ci siano Romania, Grecia, Estonia, Lettonia e Andorra. Il Ct Conte - pronto a fare gli scongiuri - sarà presente ad una cerimonia sfarzosa, diretta dal segretario generale della FIFA Jerome Valcke e dove è atteso anche l'ex presidente Joseph Blatter, alla sua prima apparizione all'estero dopo lo scandalo corruzione.

Per quanto riguarda tecnicamente il sorteggio, le 52 federazioni europee, tra cui non sono presenti la Russia organizzatrice e Gibilterra non riconosciuta dalla FIFA, verranno divise in 9 gruppi, sette da sei squadre e due da cinque, composte secondo le fasce di merito. Su richiesta dell'UEFA, l'Italia, così come l'Inghilterra, la Francia, la Germania, la Spagna e l'Olanda figureranno in gruppi da sei squadre. Le qualificazioni cominceranno il 4 settembre 2016 e si protrarranno fino al 10 ottobre 2017. I vertici federali italiani, dopo le funeste apparizioni iridate del 2010 e del 2014, si augurano una «pesca» benevola. L'ultima eliminazione prima del Mondiale per l'Italia è datata 1958, quando l'Irlanda del Nord ci estromise il torneo di Svezia. A tal proposito, anche solo per scaramanzia, meglio non vedere dalla terza urna il nome della nazionale che fu di George Best abbinato a quello degli azzurri...