Germania, sfatato il tabù Italia: i tedeschi puntano al loro 4° Europeo

Germania in festa: la nazionale di Joachim Loew ce l'ha fatta, finalmente, a battere l'Italia. Ora i tedeschi puntano a mettere in bacheca il loro 4 Europeo

Germania in festa: la nazionale di Joachim Loew ce l'ha fatta sconfiggere l'Italia di Antonio Conte e si è qualificata per le semifinali di Euro 2016. I tedeschi, insieme ai padroni di casa della Francia e alla Spagna, alla vigilia dell'Europeo erano le tre grandi favorite. Le Furie Rosse, però, sono già state eliminate dagli azzurri negli ottavi di finale, mentre la Francia deve ancora giocare il suo quarto di finale contro la sorprendente Islanda dell'ex ct della Svezia Erik Lagerback- La nazionale tedesca finalmente è riuscita a sfatare un tabù battendo ed estromettendo dalla competizione la sua bestia nera, ovvero l'Italia, ma solo dopo la lotteria dei calci di rigore.

La Germania ha vinto meritatamente il Mondiale del 2014 e nella sua storia si è laureata per ben 4 volte campone del Mondo: nel 1954, nel 1974, nel 1990 e appunto due anni fa. I tedeschi, inoltre, hanno vinto per tre volte l'Europeo: nel 1972, nel 1980 e nel 1996 e sognano di mettere la quarta coppa in bacheca a distanza di vent'anni dall'ultima affermazione. Le premesse sono buone visto che gli uomini di Loew hanno dimostrato di avere grande organizzazione, grande fisicità e tanta qualità. Il gol di Bonucci, su rigore, è stato il primo gol subito dalla Germania in cinque partite. Nella parte alta del tabellone il Galles di Coleman sfiderà il Portogallo di Fernando Santos, mercoledì 6 luglio, nella semifinale meno "nobile" del tabellone. La Germania, invece, giocherà giovedì 7 luglio e deve attendere la vincente tra la Francia di Deschamps e la favolosa Islanda di Lagerback: arrivati a questo punto della manifestazione una nazionale vale l'altra ma la sfida contro gli islandesi, forse, sulla carta sarebbe più morbida da affrontare.

Commenti

swiller

Dom, 03/07/2016 - 04:42

E sono contento i brocchi tornino a casa compreso il pirla del portiere.

machimo

Dom, 03/07/2016 - 08:02

Non la vedo così. Hanno avuto fortuna nei calci di rigori e se Conte avrebbe avuto a disposizione De Rossi o/e Candreva era tutto un altra cosa. È finita così e i club italiani puntano sugli stranieri scarsi.