Gigi e il tacco di Ibra nel 2004 «Adesso non mi frega più»

La Svezia vive di ricordi. In particolare di quel tacco di Ibrahimovic che dodici anni fa permise agli scandinavi di fermare gli azzurri. Oggi l'attaccante ritrova gli azzurri dopo aver saltato l'amichevole del 2009. «Non è un bel ricordo, anche se era un gol clamorosamente bello - così Buffon -. All'epoca era un talento ma ancora giovane. Nel prosieguo ha dimostrato le sue grandi capacità. E quel gol lo ha ripetuto altre quattro volte, ora non sorprende più». «Zlatan è un problema, è talmente forte che può giocare in qualsiasi campionato del mondo, può spostare gli equilibri di una squadra», evidenzia Conte.

Intanto la squadra avrebbe concordato con la Figc i premi per questo Europeo: 27mila euro netti per i quarti, 40mila per le semifinali, 70mila per la finale e 130mila per la vittoria del torneo. Premi inferiori a Germania o Spagna, ma quanto risparmiato dalla Federcalcio - questa la promessa strappata dagli azzurri - sarà investito nell'attività giovanile e di base.

Commenti

linoalo1

Ven, 17/06/2016 - 08:57

Come si fa ad avere paura di una Svezia che si basa solo sulle ormai improbabili giocate di un vecchietto???Noi,piuttosto,dobbiamo stare attenti ai pasticci di Chiellini!!!La volta scorsa,ci è andata bene,anche se per poco!!!