Giro d'Italia, Netanyahu: "Felici per Gerusalemme che il mondo sia qui"

Il primo ministro di Israele si è detto felice per la partenza della 101esima edizione del Giro d'Italia da Gerusalemme: "Questo è un messaggio importante per tutti"

Un grande avvenimento sportivo come il Giro d'Italia, giunto alla sua edizione numero 101, ha preso il via proprio oggi da Gerusalemme, Israele. La crono individuale di 9,7 chilometri, iniziata alle ore 13:50 locali, 12:50 italiane, assegnerà dunque la prima maglia rosa: ad aprire le danze è stato Fabio Sabatini, della Quick-step Floors, mentre a chiudere la gara sarà il detentore del titolo, ovvero Tom Dumoulin.

Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu, presente alla crono insieme alla moglie Sarah, in rigorosa maglia rosa, si è detto felice e soddisfatto che il Giro d'Italia sia partito proprio da Gerusalemme: "Siamo molto emozionati per questa gara. E in particolare ci felicitiamo che siano venuti ciclisti da tutto il mondo, incluso quello arabo. Questo è un messaggio molto importante per Gerusalemme, la nostra città, città della pace".Il 68enne di Tel Aviv si è poi voluto congratulare con la squadra israeliana al suo esordio: "Congratulazioni per il loro esordio in una competizione che per la prima volta esce dall'Europa ed è qui in Israele".