Gp Baku, Vettel non rientra ai box: "Resto fuori"

Al settimo giro Vettel viene richiamato ai box di fretta dal team. Una scelta che al tedesco non pare sia in linea con la sua strategia di gara e rifiuta

Il Gp del Canada ha ancora delle conseguenze sulla serenità del box Ferrari. Il secondo posto a Baku è maturato dopo una scelta che ha spaccato il muretto della rossa. Al settimo giro Vettel viene richiamato ai box di fretta dal team. Una scelta che al tedesco non pare sia in linea con la sua strategia di gara. In radio il messaggio è chiaro: "Seb, devi rietrare per il cambio gomme". Vettel prova a far capire con le buone che non condivide la scelta della squadra e così prova a rispondere con un "siete sicuri?". Ed è in questo momento che il pilota tedesco prende una decisione netta: ignora l'ordine di scuderia e non rientra al box.

Lo farà soltanto al 20esimo giro. Sarà questa lì'unica sosta di Vettel ai box. Una sola sosta contro le due soste del compagno di squadra Kimi Raikkonen che col doppio cambio gomme era più veloce sui parziali sul giro. Nell'ordine finale di arrivo non sarebbe comunque cambiato nulla: il tedesco sarebbe arrivato secondo con doppia sosta o con quella singola. Ma il gesto di Vettel fa capire che di fatto non c'è più fiducia forse all'interno del box dopo il passo falso del Canada. Il tedesco vuole fare di testa sua. La stagione della Ferrari prosegue a colpi di podi, ma il gradino più alto per il momento resta lontano. E Vettel pare disposto a tutto pur di conquistarlo.

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Lun, 20/06/2016 - 09:49

la Ferrari da quando esistono sti put stop ha abusato alla grande di questa "tattica" molto a sproposito, spesso compromettendo gare e faccendo incacchiare i piloti. si e' affidata alle alchimie dei secondi e non all effettiva forza della macchina nel momento..non pensando che una gara non e' un orologio perfetto e ci sono tanti contrattempi che ti possono far saltare tutto e piu usi pit stop piu' le percentuali di inghippo aumentano..a tuo danno ovv