Gp di Germania, trionfa Alonso su Vettel e Button

Dominio Ferrari a Hockenheim: la rossa dello spagnolo in testa fin dal primo giro. Giallo sulle Red Bull che hanno rischiato la squalifica

Dominio Ferrari al Gp di Germania ad Hockenheim: Fernando Alonso, in testa fin dal primo giro, trionfa davanti a Sebastian Vettel e Jenson Button e allunga in classifica piloti. Lo spagnolo ha fatto una gara pressoché perfetta. Ottima anche la prestazione del muretto e della vettura, affidabile e competitiva sia con gli pneumatici morbidi che con quelli medi. Resta il dubbio sul sorpasso effettuato da Vettel su Button per il secondo posto: per effettuare la manovra infatti il pilota tedesco avrebbe messo tutte e quattro le ruote al di fuori del tracciato violando così il regolamento e finendo sotto inchiesta.

Giallo Red Bull anche a mezz'ora dal via. Vettel e Mark Webber (qualificatosi ottavo) hanno rischiato la retrocessione in ultima fila o addirittura di restare nei box. La Fia ha infatti messo sotto inchiesta le vetture perché avrebbero fatto uso di mappature irregolari, al fine di migliorare l’aerodinamica. Il delegato tecnico della Fia, Jo Bauer, ha spiegato che "la coppia massima di entrambi i motori nella fascia di regime medio è decisamente più bassa rispetto a quanto visto in altri eventi. Ciò rappresenta una violazione dell'articolo 5.5.3 del regolamento tecnico perchè in questo modo i motori possono erogare più coppia. Inoltre ciò può anche modificare le caratteristiche aerodinamiche delle due vetture". I commissari alla fine hanno deciso di non penalizzare la Red Bull perché "per come è scritto il regolamento la mappatura non viola l'articolo 5.5.3".

Commenti
Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Dom, 22/07/2012 - 17:14

finalmente una buona notizia

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 22/07/2012 - 17:49

GRANDE VITTORIA DEL MANICO, che come commentavo ieri è attualmente il miglior pilota. Ha resistito a Wettel, ha resistito a Button e nel finale ha di nuovo RI resistito a Wettel. Niente da DIRE se non CHAPEAU. Saludos dal Leghista Monzese