Gran Premio del Canada 2018: ecco le prove Libere del venerdì

Concluso il venerdì di prove libere a Montreal, dove questo weekend sosta il Circus di Formula 1: davanti a tutti un indiavolato Verstappen ,che rimanda al mittente le critiche e fa ben sperare per la nuova PU Renault

Max Verstappen dominatore delle prove libere del venerdì nel Gran Premio del Canada, sul circuito cittadino di Montreal dedicato a Gilles Villeneuve.

Il giovane pilota delle Red Bull ha finalmente dato sfogo ai fatti dopo le parole, per rimandare al mittente le accuse che gli stanno piovendo addosso da tutti i lati, visti gli scarsi risultati degli ultimi tempi.

Conclusa la seconda sessione di prove libere con il giro veloce di 1:12.198, si è messo dietro Kimi Raikkonen per poco più di un decimo, con il compagno Ricciardo attardato a quattro decimi: mentre l’australiano e il finlandese hanno però utilizzato un treno di Hypersoft, il belga-olandese ha compiuto l’impresa con le Supersoft.

Leggermente più staccati (in ordine) Hamilton, Vettel e Bottas, che hanno visto però la Mercedes dare forti segni di superiorità in ottica di passo gara.

Nella mattinata, durante la prima sessione di prove libere Max Verstappen si era già piazzato davanti a tutti, utilizzando le gomme Hypersoft: a soli 88 millesimi Hamilton che scontava l’uso delle Ultrasoft, come Alonso (settimo a sei decimi), Bottas, Vandooorne e Gasly. A muro durante la giornata Vandoorne, Sainz, Stroll, Sirotkin e Vettel, senza grossi danni ma facendo intervenire più volte la Safety Car per pulire la pista .

Tornando sui passi gara invece, Raikkonen è rimasto davanti a tutti per buona parte delle PL: il Finlandese ha girato costantemente sull’1:16.2/3 con gomme Ultrasoft, limando circa due decimi a Bottas.

Stesso tempo per Verstappen, ma con le Hypersoft: sul finire delle PL2 Hamilton ha però dato la zampata, martellando un 1:15.7 che ha pronosticato ancora una volta il pilota inglese come favorito per la vittoria in questo weekend.

Nessuna sorpresa quindi, nonostante qui la Ferrari abbia equipaggiato entrambe le vetture con la nuova power unit chiamata 062 Evo, la quale dovrebbe garantire una quindicina di cavalli in più a pari consumi.

Sulla stessa scia era stato annunciato ieri dalla Renault un miglioramento del propulsore a combustione interna, su cui soprattutto Alonso aveva spese parole di fiducia per agguantare Mercedes e Ferrari, indubbiamente con un qualcosa in più dal lato PU. Verstappen ha quindi confermato i miglioramenti da parte dei francesi, che ora non paiono più una scusa nella rincorsa al titoli.