Hamilton contro Schumi: "Non ho mai fatto le cose che Michael ha fatto per vincere un mondiale"

Il campione del mondo F1 attacca il pilota tedesco: "Non ho mai fatto le cose che Michael ha fatto per vincere un mondiale, ho piuttosto vinto per le mie capacità naturali"

Il campione del mondo di F1 Lewis Hamilton, fresco del suo terzo titolo, ha attaccato Michael Schumacher, che di campionati ne ha vinti 7 e sta trascorrendo un difficile periodo di riabilitazione dopo l’incidente in montagna del dicembre 2013. L’accusa: aver utilizzato metodi scorretti per vincere i mondiali.

Lo riferisce il tabloid popolare Express di Colonia, che riporta lo stralcio dell’intervista del pilota britannico alla Puma, sponsor di Mercedes, che riguarda il campione tedesco: "Non ho mai fatto le cose che Michael ha fatto per vincere un mondiale, ho piuttosto vinto per le mie capacità naturali".

Immediata la replica dei fan di Schumacher. Reiner Ferling, responsabile del fan club di Kerpen, ha ribattuto: "Forse Hamilton dovrebbe accendere il cervello prima di parlare e dovrebbe sapere di cosa è stato capace Michael". Il tabloid tedesco si getta a capofitto nella polemica, ricordando che già nel 2014 Hamilton si lasciò andare a un brutto commento nei confronti di Schumacher, parlando del suo incidente sulle nevi: "Tutte le cose accadono per un motivo", avrebbe detto il pilota britannico. Che quindi, conclude l’Express, non avrebbe imparato la lezione dalle critiche ricevute.

Commenti

Giorgio5819

Mer, 04/11/2015 - 20:31

Ecco un'altro che, bravo a guidare un'auto di F1, non sarà mai, dico mai, un campione. Uomini si nasce, hamilton dimostra di essere un pilota ma non un uomo.

agosvac

Mar, 22/12/2015 - 15:36

Già, in effetti Hamilton non ha mai vinto con una macchina inferiore alla sua come ha fatto Schumi contro Senna e poi contro Hill negli ormai lontani '94 e'95! Non ha mai vinto sfruttando le sfortune altrui come ha fatto Hamilton nel 2008 contro Massa( vedi gran premio d'Ungheria e di Singapore). Hamilton ama vincere facile. In questo ha preso da Senna, suo idolo, che è diventato campione del mondo nel 1988 con una macchina che ha vinto 14 gare su 15. Forse, quando vincerà il quarto campionato del mondo, se ci riuscirà, potrà paragonarsi a Prost, se vincerà il quinto potrà paragonarsi al grande Fangio. Per arrivare a Schumi, gliene mancherebbero ancora due!!!!!!!