I tweet di Balo diventano un caso per Prandelli

Alla vigilia della partenza (oggi alle 18 da Fiumicino) per l'avventura brasiliana della Confederations, Prandelli deve fare i conti con il caso dei tweet di Balotelli. Diventato particolarmente attivo negli ultimi tempi sul social network. Nella notte amara di Praga, a sorpresa, il primo «cinguettio»: «Scrivete pure quel che volete, ma alla Confederations tifate un'altra nazione. E rivedete la partita bene, tutta..». Difficile capire se fosse rivolto ai follower del suo profilo o ai siti che parlavano dell'espulsione, ma dopo esser sbarcato di notte a Malpensa e aver riabbracciato la fidanzata, qualche ora di sonno e la marcia indietro. Ancora con un tweet. «La mia reazione non è stata giusta, chiedo SCUSA.. Alla mia squadra. Devo imparare... Ancora..». Senza chiarire se la reazione fossero quei pugni o le proteste con l'arbitro.
Prandelli è convinto che il nuovo episodio di nervosismo dell'attaccante (la cui squalifica, ha ribadito la Fifa, vale per settembre) non abbia nulla a che vedere con il codice etico. Ma è pronto a caldeggiare cautela nell'uso di twitter, come fu anche prima di Euro 2012. «Preferisco il tweet di scuse, anche se di questo suo uso dei messaggi avremo modo di parlare in questi giorni - così il ct -. Balotelli deve capire che non può reagire sempre di pancia. Il nervosismo di Praga può anche essere sintomo di frustrazione per una serata che non va: ma un campione risponde aiutando la squadra, non trasmettendo il suo stato d'animo».

Commenti
Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Dom, 09/06/2013 - 09:56

Si deve smettere di trattare Balotelli e tutte le sue malefatte (dalle più cretine alle più serie) come se fosse un Eletto! Se vuole sbagliare (e lui lo sa di fare stupidaggini), lasciamolo fare e teniamolo da una parte in via definitiva, fintanto chè non si sarà reso conto che ha rotto ad un'intera nazione. Sbagli: paghi! Prandeli si, Prandelli no! Twitter di accuse, twitter di scuse! Ma se la sua vita è peggio di un bollettino meteo, chi se ne frega dover leggere quotidianamente notizie che non portano alcun vantaggio nè al lettore nè all'interessato. Se poi facesse meraviglie in continuità sul campo, ogni partita gol a bizzeffe, per lo meno ci sarebbe una contropartita positiva. Manco quello e quindi sorbettiamoci un'Italia insulsa e inconcludente, ma sempre attenta a Balotelli! Meglio essere attenti alla pagliuzza, piuttosto che alla trave: che palloni! Prandelli, SVEGLIA! W l'Italia under 21!