Icardi: Bergomi e Pirlo stanno con Spalletti

Al termine della partita Inter-Lazio, Bergomi e Pirlo hanno commentato le dure parole di Spalletti su Icardi, appoggiandole la linea di pensiero

Il caso Icardi continua a far parlare di sé. Con il ritorno in squadra del giocatore neroazzurro sembrava che le acque si fossero calmate e che il rapporto con il club forse tornato alla normalità. Ma le dure parole di Luciano Spalletti, intervenuto a Sky Calcio Club alla fine della partita in cui l’Inter ha perso contro la Lazio, hanno nuovamente fatto discutere.

L’allenatore neroazzurro aveva definito “umiliante la mediazione per fargli mettere la maglia”. Una presa di posizione molto dura che è stata appoggiata al 100% da Beppe Bergomi che ai microfoni di Sky si è espresso in questo modo: “La cosa anomala è la trattativa con l’avvocato, Spalletti l’ha definita umiliante e ha ragione. Non è importante il nome che hai sulle spalle ma lo stemma che hai davanti, do ragione a Luciano al 100%”

L’indimenticato difensore dell’Inter ha poi offerto anche un suggerimento ad Icardi: “Io ero capitano, anche senza la fascia rimani importante, perché non lo capisci? Metti da parte l’orgoglio, la maglia dell’Inter è una maglia importante…”

Dalla parte dell’allenatore dell’Inter anche Adrea Pirlo che sempre dai microfoni di Sky si è espresso in questo modo: “Spalletti è stato coerente con quello che pensa e che ha detto. Non sappiamo se Icardi si è chiarito o meno coi compagni. Un giocatore non ha la personalità per andare a parlare con allenatore e compagni? Ha bisogno di un avvocato?”

Tutti concordi con la linea di pensiero dell'allenatore, quindi, sebbene dal punto di vista squisitamente tattico, l'assenza di un centravanti durante la partita si sia fatta sentire.