Icardi: «Non capisco i tifosi: sembra di giocare in trasferta»

È teso Maurito Icardi che, malgrado i due gol messi a segno se la prende per i fischi dei tifosi nerazzurri. «Non capisco perché ci fischiano», afferma l'argentino. «Siamo a San Siro in casa e sembra invece di giocare in trasferta. Ecco perchè dopo il primo gol ho fatto segno col dito sulla bocca per dire loro di non fischiare, cosa che mi ha infastidito tanto». E sul colloquio con Mazzarri: «Lui mi chiedeva di rientrare e sul loro pareggio non potevo fare proprio niente, anche perché mi ero fatto male e avevo chieato di uscire. Ma, mi ripeto, non capisco propriuo i fischi della gente». Felice invece Nico Lopez che ha messo a segno il pareggio con un colpo da maestro: «Sul contropiede sono scattato e mi sono trovato il pallone sul sinitro grazie al tacco del mio compagno. Ho calciato di prima intenzione e ho battuto Handanovic sul primo palo. È stato un bel pareggio, meritato, contro una squadra forte come l'Inter, Potevamo fare di più in undici contro dieci? Forse, ma i nerazzurri chiudevano bene gli spazi e poi abbiamo anche colpito una tracersa».