Icardi-Spalletti, uno è di troppo all'Inter: chi lascerà a fine stagione?

Il rapporto tra Luciano Spalletti e Mauro Icardi non è più idilliaco e a fine stagione uno dei due lascerà sicuramente Milano. Ad oggi difficile ipotizzare chi resterà a chi saluterà

All'Inter, da quasi un mese, sembra essere tornata una calma apparente anche se in tanti credono che gli attori protagonisti della querelle durata 50 giorni stiano facendo buon viso a cattivo gioco. Luciano Spalletti sembra ben saldo al suo timone, parola di Giuseppe Marotta, ma il futuro del tecnico di Certaldo è ancora legato ai risultati, ma soprattutto all'eventualità di vedere sulla panchina nerazzurra Antonio Conte, da sempre vecchio pallino dell'ex amministratore delegato della Juventus. Una cosa però sembra certa: è difficile una convivenza tra Luciano Spalletti e Mauro Icardi. Nelle gerarchie d'attacco dell'ex tecnico di Roma e Zenit San Pietroburgo c'è Lautaro Martinez con l'ex capitano un "rincalzo" eccellente.

Le malelingue, però, fanno notare come prima di quel fatidico 13 febbraio, giorno in cui gli è stata tolta la fascia di capitano, fosse Icardi l'unico punto di riferimento di Spalletti e dell'Inter con il Toro relegato al ruolo di comprimario. Icardi piace a diversi club: Real Madrid, Psg, Atletico Madrid e Juventus ma il club di Corso Vittorio Emanuele lo vuole vendere alle sue condizioni e non alle cifre che sono circolate in queste settimane: il bomber di Rosario non si muoverà da Milano per non meno di 100 milioni di euro. Wanda ha confermato come il marito voglia restare in nerazzurro anche se l'iscrizione a scuola dei figli non può rappresentare la prova certa che la famiglia Icardi resterà ancora a Milano nella prossima stagione. Una cosa però è sicura: tra l'ex capitano e Spalletti ne resterà solo uno all'Inter.

Commenti

giac2

Gio, 25/04/2019 - 03:06

Chi è di troppo? Sicuramente Icardi. Spiace perché è un grande giocatore ma all'Inter non deve essere permesso ai giocatori di comandare, di piagnucolare e inventarsi infortuni. C'è una maglia da rispettare. Chi non la rispetta non puo essere un giocatore da Inter.