«Icardi traditore, Tevez ucciso da Bilardo»

In campo i tackle li evitava con il suo sinistro magico. Fuori, Diego ha rivalutato l'arte del tackle. Specie se gli mettono la palla di un microfono sotto al naso. Così in un'intervista all'argentina «Radio Pop» il Pibe de Oro ha deciso di entrare a gamba tesa sul connazionale Icardi. Mestiere centravanti, ma chiacchierato più per la love story con Wanda Nara (ex moglie di Maxi Lopez) che per i suoi gol con la maglia dell'Inter. I frequenti tweet romantici di Maurito hanno irritato Maradona. «Secondo me - ha detto Diego - Icardi è un traditore. Va a casa sua (di Maxi Lopez ndr), gioca a fare l'amico e poi gli soffia la donna. Questo è tradimento. Ai nostri tempi, se un giocatore guardava la donna di un compagno, nello spogliatoio lo avremmo picchiato a turno».
Chissà che ne pensa Maurito. Che intanto continua a godersi il viaggetto in Brasile con la sua amata. E trova tempo per rispondere, al solito su Twitter, alle critiche dei fan per le decine di foto mielose in compagnia di Wanda. «In vacanza faccio quello che voglio». Zero commenti.
Maradona però ha parlato anche di calcio giocato. Stuzzicato sulla sua Argentina, non ha perso l'occasione di criticare il presidente della Federazione albiceleste Grondona e l'assistente tecnico della nazionale Bilardo. Il pomo della discordia è Carlos Tevez, fatto fuori dal giro della Selección e praticamente sicuro di saltare il Mondiale in Brasile, nonostante il buon rendimento nella Juve. «Carlitos è il giocatore del popolo. Non è morto, è stato ucciso. Ha litigato con Grondona e Bilardo, così l'hanno estromesso». L'ultimo tackle è dedicato all'interista Campagnaro. «Ai tempi in cui ero ct, mi criticavano per la scelta dei difensori. Ora da centrale gioca Campagnaro, che nessun argentino conosce. Chi è? Di sicuro non uno da nazionale». Cartellino rosso.