Impey, anche l'Africa veste la maglia gialla

Montpellier Un tredicesimo posto può cambiarti la vita e regalarti un posto nella storia: anche in questo sta la grandeur del Tour de France. Nella storia del Tour ci è entrato ieri in punta di piedi e con lo sguardo incredulo e attonito Daryl Impey, 29 anni, sudafricano di Johannesburg che è il primo corridore di sempre del continente africano a vestire la maglia gialla.
Nella tappa che ieri a Montpellier ha visto la vittoria del granatiere tedesco?André Greipel ed il quarto secondo posto in sei tappe di Peter Sagan, Impey è stato bravo a non perdere le ruote dei velocisti e a cogliere il piazzamento che gli ha consentito di «strappare» amichevolmente la maglia gialla al suo compagno di squadra Simon Gerrans.
«È una sensazione incredibile, un momento bello per me e bello per il Sudafrica. Voglio dire grazie alla mia famiglia e a tutti coloro che stanno godendo con me questo momento. Sapevo di poter riuscire ad indossare questa maglia, ci pensavo e e penso che anche Simon, che ho aiutato con grande entusiasmo a vincere la tappa di Calvi, sia contento per me. Tutti insieme noi della Orica abbiamo lavorato per questa maglia e stiamo vivendo una corsa fantastica», ha detto la nuova maglia gialla subito dopo aver indossato il simbolo del primato.
Classe 1984, Impey è passato professionista nel 2008 con la Barloworld di Claudio Corti, proprio come Chris Froome), nel 2009 ha ottenuto la vittoria nel Giro di Turchia anche se sul traguardo dell'ultima tappa è stato vittima di un incidente terribile, quando Theo Bos lo prese letteralmente per la maglia scaraventandolo a terra e causandogli fratture tali che lo costrinsero ad essere alimentato solo a liquidi per oltre sei settimane: quel Giro di Turchia, Impey lo vinse senza percorrere mai, se non in ambulanza, gli ultimi cento metri di corsa. Nel 2010 è passato alla RadioShack, mentre l'anno seguente avrebbe dovuto correre nell'australiana Pegasus che poi non è mai nata: si è accasato così alla MTN-Qhubeka e quindi alla NetApp. Proprio nel 2011 ha vinto il titolo nazionale a cronometro, successo ripetuto anche quest'anno. Per lui finora in carriera 14 successi. Nel 2012 il passaggio nelle file della sudafricana GreenEdge.