Impresa Magnani, Fassinotti talento da podioAtletica: mondiali indoor in Polonia

Inizia nel migliore dei modi il Mondiale indoor di Sopot (Polonia) per i colori azzurri. Margherita Magnani vola in finale nei 3000 metri, chiudendo al terzo posto la batteria (8'58”51) e guadagnando così la promozione diretta. Appuntamento con la finale di domani, alle 16.50: saranno solo tre le europee, su dodici partenti. La Magnani ha il secondo miglior tempo di un'atleta non di colore. Nelle batterie dei 60 metri maschili, si comporta molto bene Fabio Cerutti, che corre in 6”67 e raggiunge la semifinale (oggi ore 18.30) grazie al ripescaggio. Miglior tempo (6”53) del britannico Kilty. Gran volata dell'azzurra Marzia Caravelli che scende per la prima volta al di sotto degli 8 secondi e approda alla semifinale dei 60hs (oggi alle 18.10). Da mezzogiorno, occhi puntati su Ukhov, il 28enne russo in odore di record nel salto in alto: ha già eguagliato l'europeo al coperto con 2,42, punta al record di Sotomayor (2,43) che resiste dall'89. Un posto sul podio potrebbe trovarlo anche Marco Fassinotti, torinese di 24 anni emigrato in Gran Bretagna («Ma non è che per fare atletica ad alto livello si debba per forza fare così - dice Fassinotti – con me ha funzionato»). Un altro «emigrato» piemontese, l'ostacolista Dal Molin («Volevo stare vicino a mia madre e in Germania ho trovato anche le condizioni per esprimermi al meglio» ha qualche chance di entrare nella finale dei 60 ostacoli. Stamattina alle 10.15 la prima batteria.