Un indomabile Parma ferma anche l'Empoli

Anche l'Empoli incappa nella ammirabile e indomabile volontà del Parma. La squadra di Donadoni non molla, nonostante tutto

Anche l'Empoli incappa nella ammirabile e indomabile volontà del Parma. La squadra di Donadoni non molla, nonostante tutto. Ormai già retrocessa la formazione ducale conquista al 'Castellanì l'ottavo punto nelle ultime 4 gare. Per la squadra di Sarri arriva la conferma che questo è il periodo peggiore del 2015, il pari contro i gialloblu rappresenta un passo indietro in termini di attenzione in campo e di atteggiamento. È certamente un pareggio che vede sorridere gli ospiti visto che l'Empoli ha avuto più di un'occasione per chiudere la gara, inoltre i risultati degli altri campi davano ai toscani la possibilità di avere in mano un match ball in chiave salvezza. Per gli azzurri ci saranno altre occasioni, ma è evidente che quella di oggi è davvero un'opportunità persa. Era iniziata benissimo la gara per l'Empoli con varie occasioni, in particolare quella all'11' con un colpo di testa di Maccarone su assist di Valdifiori dalla bandierina. Il pallone era terminato di poco a lato. Poi altre giocate, soprattutto di Saponara, avevano fatto intuire che poteva essere una gara semplice. Invece al 19', sulla prima iniziativa del Parma, Lila insiste a destra, mette in mezzo dove Rugani ribatte su Coda, raccoglie al volo Lodi che di destro mette all'angolino lontano.

L'ex azzurro non esulta e anzi chiede scusa alla Maratona del 'Castellani', un gol che è una doccia fredda per la squadra di Sarri. Gli azzurri però non demordono e al 32', grazie a una palla persa da Cassani, trovano il pareggio: Saponara scende a sinistra, mette in mezzo dove Maccarone irrompe e con un sinistro batte Mirante. È l'1-1 che ridà forza all'Empoli. Al 38' altra discesa di Saponara, in grande forma contro la squadra che poteva accoglierlo già la scorsa estate: stavolta non serve Maccarone a sinistra, ma Vecino che arriva da dietro e sgancia un destro rasoterra che finisce fuori di poco. Nell'ultimo minuto di gioco arriva il vantaggio: siamo al 45' quando Valdifiori batte il corner, il 9/o del pt, Tonelli svetta e mette sotto la traversa con un perentorio colpo di testa. Al 5' della ripresa sale in cattedra Mirante: prima para su Saponara dal limite, poi Vecino al volo mette in mezzo dove Croce va di testa a colpo sicuro e il portiere parmense si supera con una splendida parata sotto la traversa, salvando il risultato e forse la partita. Il Parma ci crede: al 7' Varela crossa e Coda di testa trova la parata di Sepe, così anche Varela al 9' di sinistro. Sarri deve togliere Valdifiori per infortunio, Donadoni inserisce Belfodil e indovina la mossa giusta: l'algerino al 28' pareggia. Ingenuità di Vecino, Coda ruba palla, colpisce la traversa con una botta da fuori, Belfodil controlla la ribattuta e insacca da pochi passi. L'Empoli non ha più la forza per rimontare ancora. La gara, iniziata con i festeggiamenti dei tifosi, gemellati dal 1984, si chiude fra gli applausi per un Parma che continua a onorare il campionato