Inner si risveglia sulle nevi di casa

La pausa natalizia è stata ancora più breve del solito quest'anno per la Coppa del Mondo di sci che oggi riprenderà la sua strada a Santa Caterina Valfurva e a Semmering. Tre gare maschili in Alta Valtellina, tre femminili sulla collina non lontana da Vienna, dove torna in pista, 14 mesi dopo il grave infortunio al ginocchio destro, Anna Veith, ben più nota come Fenninger, cognome che dopo le nozze ha chiesto di dimenticare. L'Italia è attesa protagonista non solo in Austria, dove oggi (diretta Raisport 1 ed Eurosport ore 9.45/13) si recupera il gigante annullato una settimana fa a Courchevel con 3 azzurre nelle prime quattro, ma anche a Santa Caterina, sulla pista intitolata a Deborah Compagnoni. Ieri, nell'unica prova cronometrata in vista della discesa di domani, Christof Innerhofer ha impressionato staccando tutti di oltre un secondo (e gli austriaci Mayer e Reichelt alle sue spalle hanno pure saltato una porta) e dichiarando, al traguardo: «posso fare ancora meglio, questa pista mi piace molto». E come può essere una pista che piace a Inner se non ghiacciata, veloce, tecnicamente difficile e pericolosa il giusto? La Fis ha deciso di privarla della prima parte e quindi del primo salto «per evitare rischi soprattutto ai più giovani», come ha detto il direttore del circuito Markus Waldner, costretto a dimezzare le prove per inserire nel programma il superG annullato in Canada due mesi fa. Innerhofer cercherà dunque di dare spettacolo fin dalla gara di oggi (in Tv ore 11), ma il suo vuole essere uno spettacolo diverso da quello di 12 mesi fa, quando inforcò una porta con la testa e si fece mezza pista portandosi dietro il telo a mo' di mantello, con casco e maschera di traverso sul viso mentre scendeva a 140 all'ora. Non veloci in prova, ma comunque fiduciosi sono anche Paris e Fill, mentre Svindal riposa per il ginocchio dolorante.