Insulti razzisti al veneto nero: fuori 10 turni

L'era della tolleranza zero contro il razzismo in campo è cominciata. La prima stangata con le nuove regole varate dalla Figc lo scorso giugno colpisce un giocatore di serie D, Gaetano Iannini, del Matera, (già con un precedente di 4 anni di Daspo), squalificato ora per dieci giornate per aver rivolto insulti razzisti a un giocatore ghanese del Sudtirol. L'episodio si riferisce al primo turno di Coppa Italia, lo scorso 4 agosto, con il Matera sconfitto a Bolzano 2-0 ed eliminato dai padroni di casa. Secondo il giudice, al 18' Iannini ha rivolto a un avversario, Caleb Ansah Ekuban, 19enne ghanese nato in Veneto, «un epiteto insultante espressivo di discriminazione razziale». «Se il nostro giocatore ha sbagliato, è giusto che paghi. Ma mi sembra che la sanzione abbia anche connotazioni mediatiche», il commento di Saverio Columella, patron del Matera. «Finalmente si passa dalle parole ai fatti» il pensiero del ministro Kyenge.