Il miracolo Siviglia? Eccone gli artefici

Dall'attaccante Kevin Gameiro, al regista Ever Banega, all'ex Milan Adil Rami, fino ad arrivare al capitano Coke: è il gruppo il grande artefice del miracolo Siviglia

Il Siviglia di Unai Emery ha vinto la sua terza Europa League consecutiva, in finale per 3-1 contro il Liverpool, e l'ha fatto con una prestazione super nel secondo tempo dove ha annichilito la squadra inglese. La grande forza degli andalusi è il gruppo dove non spiccano nomi altisonanti ma tutti fanno la loro parte e remano uniti verso un unico obiettivo: la vittoria. Sono due i calciatori che si distinguono nel Siviglia: Ever Banega e Kevin Gameiro. Il primo è la mente del centrocampo, il faro che illumina la manovra: l'Inter si sta già fregando le mani visto che l'argentino ha già sottoscritto un contratto triennale con i nerazzurri che pagheranno solo la penale, da 1,2 milioni di euro per portarlo alla corte di Mancini. Kevin Gameiro, classe 87, ha segnato la bellezza di 8 reti in 9 partite di Europa League, è la punta di diamante della squadra andalusa ed è solo stato inserito nella lista delle riserve da parte del ct della Francia Didier Deschamps. Il suo contratto scadrà il 30 giugno del 2018 a molte squadre italiane farebbe comodo un attaccante dalle sue caratteristiche: tecnico, rapido e letale sotto porta.

Il capitano Coke ha segnato una doppietta decisiva per le sorti del risultato ed è l'anima del Siviglia e come lui il gigante Steven N'Zonzi che è sempre presente nelle azioni della squadra di Emery. Victor Machin Perez, più conosciuto come Vitolo, ha macinato chilometri dimostrando di avere una forsa fisica impressionante così come un altro calciatore che si è rivelato decisivo ai fini del risultato finale: Mariano Ferreira, motorino instancabile sull'out di destra. Che dire poi di Adil Rami che è andato via dal disastrato Milan e ha vinto l'Europa League da protagonista? Può dire di aver vinto un titolo anche Marco Andreolli che tornerà all'Inter dopo il prestito ma lo farà da vincente e chissà cosa starà pensando l'attaccante rossonero Carlos Bacca che in estate è passato al Milan ed è fuori dall'Europa. Infine, Fernando Llorente dopo aver perso la Cha mpions League, contro il Barcellona, con la maglia della Juventus, si è preso la sua piccola rivincita trionfando in Europa League. Geoffrey Kondogbia, Gary Medel, Ivan Rakitic sono solo alcuni dei giocatori transitati in una società sana che ogni anno prova, e ce la fa, a sfornare calciatori pronti per fare il grande salto.