Inter e Juventus fanno la corte ai nemici di Mou

Josè sta iniziando le purghe. Conosce bene i 33 reprobi che si fanno beffe di lui su WhatsApp, questione di poche ore e la «giustizia» calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno. Intanto lo Special, in gigantesca disgrazia, va di prevenzione. In lista prossimi epurati nomi eccellenti, gente che fino a ieri Mourinho portava su un palmo di mano e ora sono precipitati agli inferi. Per esempio Oscar e Hazard. A breve Marotta s'incontra con i vertici di Stamford Bridge per risolvere il caso Cuadrado. E tornerà a chiedere notizie del brasiliano che ha avuto più di uno scontro con Mourinho e un pessimo avvio di stagione. Fra Premier, Champions, coppa di Lega e Community Shield ha messo insieme solo due reti in 706'. Oscar ha una valutazione che oscilla fra i 35 e i 40 milioni, ne guadagna 4 a stagione ed è in cima ai desideri di Massimiliano Allegri. La decisione di cedere Eden Hazard sembra assolutamente presa e l'Inter è in prima fila. Hazard ha un contratto che scade a giugno 2020 con un ingaggio di circa 15 milioni a stagione. Si presume che andrà a guadagnare di più o al minimo gli verrà prolungato il contratto, quindi ci si chiede come potrà Thohir, sotto scacco fair play finanziario, occuparsi di questa faccenda, dimenticando che la vera trasformazione dell'Inter non è tanto nel roster quanto dirigenziale.

Cioè aziendale. E come tale da Handanovic a Icardi, ognuno ha un prezzo. A questo si deve aggiungere che Mourinho ne ha piene le scatole di Radamel Falcao, il centravanti colombiano in prestito dal Monaco con scadenza a giugno. Potrebbe essere un trasferimento già di gennaio, con l'Inter che ci sta pensando. E non solo Falcao, Il Mirror ieri scriveva di un probabilissimo addio anche di Diego Costa già nella prossima sessione di mercato. Due punte in cambio di una, Mauro Icardi. Ecco perchè i circa 80 milioni del cartellino del belga Hazard, potrebbero dimezzarsi e Mancini si sentirebbe rispondere da Thohir: vuoi Hazard? Lascia Icardi.Naturalmente esistono controindicazioni non trascurabili. Su Hazard ci sono anche Madrid e Psg, gente che non ha bisogno di vendere per comprare, e inoltre Mourinho avrebbe rivelato il nome di Antoine Griezmann, il suo preferito per riportare il Chelsea in cima alla Premier. Francese, 56 milioni già offerti all'Atletico di Simeone, Griezmann aveva la sorella al Bataclan, miracolosamente illesa, ha parlato di segno del destino e di una imminente svolta nella sua carriera, ma non è esattamente una prima punta nonostante i sette gol già segnati in stagione, ecco perché la candidatura Icardi regge assieme a quella di Edinson Cavani che dal ritiro dell'Uruguay ha fatto sapere di non gradire più Parigi dopo i recenti avvenimenti che lo hanno particolarmente turbato.

Il Madrid ha abbandonato il Matador, non vuole più saperne di Benzema e adesso pensa a Lewandowski. Quindi Cavani è un'altra notizia per la Juventus, perché il discorso relativo a Morata resta molto delicato.Esisterebbe un contratto firmato dal giocatore prima di lasciare Madrid in cui sono già delineate le cifre del suo rientro. Il diritto di recompra che Perez può esercitare già a giugno prevede un esborso di 35mln circa, ecco perché la Juventus deve muoversi rapida, Ezequiel Lavezzi è molto probabile, Alexandre Lacazette, 30 mln, nuovo gioiello francese, raffiche di gol con il Lione, e Andriy Yarmolenko, già 10 reti con la Dinamo di Kiev, 24 mln con quotazione in ascesa, sono nei radar di Marotta, ma sul primo c'è anche la Roma e sull'ucraino il Milan.

Commenti

COSIMODEBARI

Lun, 16/11/2015 - 11:12

L'Inter vuol fare cassa e pure qualità? Via Icardi a gennaio sostituito da Pellè...Poi per chi ha visto l'altro calcio, quello anni 60 dell'Inter o del Bari anni 90, viene da affermare che se potessero giocare ancora oggi, Milani e Protti, sarebbero largamente superiori a Diego Costa e Falcao.