Inter, Icardi ora si allena. Ma Spalletti non "perdona": Mauro non sarà titolare

Mauro Icardi è tornato a disposizione dell'Inter, ma Luciano Spalletti ha un Lautaro Martinez davvero in forma, andato in gol anche con l'Argentina. L'ex capitano dovrà ora cercare di scalare le gerarchie per riprendersi il posto in squadra

Tra l'Inter e Mauro Icardi, a quanto pare, è tornato il sereno. L'ex capitano è tornato ad allenarsi con il gruppo dopo lo stop di quasi cinque settimane dovuto ad un'infiammazione al ginocchio e alla delusione per essere stato declassato da capitano a soldato semplice. Piero Volpi, medico sociale del club nerazzurro, ha risposto così alla possibilità di rivedere Icardi contro la Lazio, il 31 marzo al Meazza: "Mauro in campo contro i biancocelesti? Possibile". Bisognerà però vedere cosa ne penserà Luciano Spalletti dato che Icardi ha perso i galloni da titolare in favore del grande amico Lautaro Martinez che sta facendo molto bene sia con la maglia dell'Inter che con quella della nazionale argentina.

Il Toro ha segnato infatti la rete del provvisorio 1-2 nella sconfitta dell'Argentina contro il Venezuela. Il 21enne di Bahia Blanca ha già segnato due reti con l'Albiceleste contro l'unico segnato dal più esperto Icardi. Lautaro ha segnato undici reti stagionali e da metà febbraio è diventato il punto fermo per Spalletti, per l'Inter e per il pubblico che non si sa ancora quale trattamento riserverà al bomber di Rosario al suo ingresso in campo sia da titolare che a partita in corso. L'obiettivo comune di tutti è raggiungere il tanto agognato posto in Champions League che garantirebbe introiti alti, appeal e la possibilità di disputare per il secondo anno consecutivo la coppa più prestigiosa al mondo. Icardi serve come il pane a questa Inter ma bisognerà vedere come e quanto Spalletti intenderà utilizzare il suo ex capitano.