Inter: questa volta è Guarin a non muoversi e l'Inter perde Bonaventura e Borini

La campagna acquisti dell'Inter è stata buona, anche in relazione al budget a disposizione di Ausilio, ma non è arrivato il botto che tutti si attendevano nell'ultimo giorno di trattative. Secondo fonti autorevoli l'Inter è rimasta " prigioniera" di Guarin, che il club milanese non è riuscito a vendere, con il Colombiano che ha consumato la propria vendetta, dopo il passaggio mancato alla Juve

Guarin non se ne va e il mercato interista si blocca

Il mercato calcistico dell'Inter ruotava ancora una volta intorno al nome di Guarin. Il club meneghino contava di vendere il centrocampista colombiano per mettere poi a segno un ultimo colpo. La cessione di Guarin non è però stata possibile, in quanto il Valencia intendeva prendere dal club nerazzurrol'interno sudamericano con la formula del prestito "oneroso", mentre l'Inter sarebbe stata disponibile solo ad un cessione definitiva. 

Gli obiettivi di Mazzarri in caso di cessione del colombiano, erano Bonaventura, che poi è approdato invece ai "cugini" rossoneri, e Baselli, ma senza i soldi della cessione i due obiettivi sono saltati, e così l'Inter è rimasta con la stessa struttura che era stata disegnata nei giorni precedenti. Sempre dalla Spagna, era arrivata una richiesta anche da parte del Real Madrid, ma anche in questo caso si trattava di prestito e da parte dell'Inter la richiesta è stata cortemente rimandata al miittente. In casa Inter si pensava anche ad un possibile arrivo di Lavezzi, che sarebbe tornato con piacere in Italia, visto il limitato impiego nelle file del Paris Saint Germain. Secondo altre fonti, invece, il clib milanese avrebbe avuto in mano già i contratti dell'ex giallorosso Borini e del 22centrocampista egiziano del Chelsea, Mohamed Salah, ma il mancato trasferimento del centrocampista ex Porto avrebbe fatto saltare tutto.

Per Walter Mazzarri, che a Torino è stato "salvato" da un grande Handanovic, resta dunque a disposizione anche il centrocampista colombiano, che dovrà essere inserito, a questo punto, con costrutto negli schemi nerazzurri. Per l'Inter si tratta della seconda consecutiva mancata cessione di Guarin, dopo quella dello scorso Gennaio, quando sembrava ormai tutto fatto per il passaggio alla Juventus, in cambio di Vucinic. Probabilmente figli di quel niet a Guarin ad andare a Torino ora i molti rifiuti del Colombiano di lasciare Appiano.