Inter su Pereyra La chiave è Botta da Stramaccioni

Su Roberto Maxi Pereyra c'è anche l'Inter, Andrea Stramaccioni ha chiesto Ruben Botta, qualcosa può succedere anche se nell'entourage del giocatore argentino c'è molta attenzione a lasciare il club nerazzurro. Botta potrebbe accettare solo se la destinazione fosse un altro club che gioca in Europa, il Torino potrebbe essere una soluzione gradita specialmente se non dovesse ricevere garanzie dall'Inter per la prossima stagione. Botta è considerato uno dei migliori prospetti argentini, l'idea era quella di provare a intavolare un discorso con Cairo per Cerci, ma il presidente del Toro cerca cash. Inter sempre più decisa su Gary Medel, prestito con riscatto a 7mln per l'Inter, a 10 per il Cardiff, prossimo un incontro, il cileno ha espresso il suo desiderio e già trovato un accordo economico con l'Inter.
Il Milan deve concretizzare se vuole mantenere alto l'entusiasmo dei suoi tifosi. Chiuso il discorso su Vrsaljko finito in direzione Firenze o Juventus o addirittura Sassuolo, allontanato l'ingaggio di Cerci ora molto più vicino alla Roma, ecco spuntare Criscito, da tre anni allo Zenit contratto in scadenza nel 2016. Pista complicata, il laterale sinistro costa almeno 12 mln e ha un ingaggio da 3 netti a stagione. Se il Milan non è riuscito ad arrivare a Vrsaljko che aveva parametri inferiori, non si capisce come potrà arrivare a Criscito ma ci sono contropartite tecniche che a Genova non sarebbero mai andate mentre al Kazan, che paga molto meglio di Preziosi, c'è più margine. Nel reparto difensivo il Milan ha una batteria di gente in esubero, i nomi sono noti. Se dovessero accettare di andare in Russia...