Inter, ufficiale: rinnova fino al 30 giugno del 2021

Icardi continuerà a vestire la maglia dell'Inter fino al 2021. Ingaggio aumentato sensibilmente e clausola rescissoria da 110 milioni valevole solo per l'estero

Mauro Icardi-Inter, la storia d'amore continua ed andrà avanti fino al 30 giugno del 2021. Il rinnovo era nell'aria ormai da settimane e puntualmente è arrivata l'ufficialità da parte della società nerazzurra: "FC. Internazionale è felice di annunciare di aver raggiunto l'accordo con Mauro Icardi per il rinnovo del contratto: Mauro continuerà a vestire i nostri colori fino al 2021. Nato a Rosario il 19 febbraio 1993, Icardi è arrivato all'Inter dalla Sampdoria nella stagione 2013­2014: da allora ha collezionato 114 presenze tra campionato e coppe e 58 reti, mantenendo una media realizzativa tra le migliori della storia nerazzurra. E la storia continua...".

Wanda Nara, moglie e agente del bomber argentino, ha vinto la sua personale battaglia e ha finalmente ottenuto il rinnovo di contratto. Il precedente accordo tra Icardi e l'Inter era in scadenza nel 2019 e con questo rinnovo diventerà il terzo calciatore più pagato della Serie A dopo Gonzalo Higuain e Daniele De Rossi. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport il suo ingaggio sarà a salire con 4,5 milioni in questa stagione, 4,7 nella prossima, 4,9 nel 2018/19, 5,1 nel 2019/20 e 5,3 nel 2020/21. Lo stipendio di Icardi salirà del 10% per ogni qualificazione ai gironi di Champions League e ci saranno corposi bonus: 200mila euro ogni 10 gol segnati, 750mila euro in caso di vittoria della Champions, 250mila euro in caso di vittoria dello scudetto o dell'Europa League. Infine, è stata inserita una clausola rescissoria da 110 milioni di euro valida ifno al 20 luglio e solo per l'estero.

Icardi è parso al settimo cielo ed ha commentato così la tanto attesa fumata bianca ai microfoni di Inter Channel: "Come ho detto sempre è quello che volevo. Si è parlato tantissimo, normale nel mercato, ma ho sempre detto di voler restare e ci siamo messi d'accordo con la società. Oggi diventa tutto ufficiale. Io sono sempre stato tranquillo, nelle interviste fatte finora l'ho detto. Qui mi sono sempre trovato bene anche con la gente, penso solo a fare le cose bene. Spero di alzare trofei, non sarà facile replicare quello che ha fatto Zanetti. Sono qui per fare gol e aiutare la squadra, se vinciamo qualche coppa è meglio. Ringraziamenti? Alla mia famiglia che mi accompagna ogni giorno e a Wanda che ha sistemato tutto come mia manager".