Italia ai quarti: 3-0 alla Turchia. E oggi è già sfida al Belgio

Agli Europei l'Italvolley supera la Turchia per 3-0 (parziali 25-16, 25-17, 31-29) con gli ace di Giannelli, i muri di Piano e i primi tempi di Mazzone. Bene anche Vettori. Gli ottomani avevano battuto l'Olanda e impensierito Francia e Belgio, vanno in crisi in ricezione, per due set non c'è partita. Come, probabilmente, non ci sarà stasera (ore 20,30, Rai1), con il Belgio nei quarti.

Dal 1989, quando arrivò Velasco e vinse subito in Svezia, l'Italia è sempre andata sul podio continentale, escluso due volte con Anastasi (6° e poi 10°). Il difficile arriverà solo in semifinale contro Russia o Polonia. Lì servirà un livello ancora superiore, soprattutto da Antonov, russo abitante a Padova. È fra i 10 azzurri (su 14) ad aver cambiato club, segno della vitalità della superlega. Zaytsev non viene da una grande stagione, avrebbe comunque elevato l'attacco.

L'Italia ha tre grandi opposti (lo zar, Vettori e il capocannoniere della serie A Sabbi) ma non grandi bande. Comunque le suona ai turchi, per la felicità di alcune decine di italiani a Katowice. L'unico passaggio a vuoto è nel terzo set (4-8), è fugace l'ingresso di Randazzo, unico meridionale della compagnia. Si rimonta, 17-19, con allenamento a recuperare, in situazione a rischio e conforto del videocheck. Piano dà il 21-22, ma i turchi trovano due punti. Il parziale sembra perso, invece arrivano un muro e l'ace di Vettori. Un attacco degli uomini di mezzaluna esce, chiude Antonov.