Italia: battere un digiuno durato 9 anni

L'Italia si presenta da mina vagante alla fase finale della 19ª edizione degli europei Under21 in programma da mercoledì in Israele, con l'obiettivo di arrivare alla finale del 18 giugno a Gerusalemme. Devis Mangia, braccio armato del nume tutelare Arrigo Sacchi, ha fatto le cose in grande sottraendo a Prandelli Verratti e Destro in un team che comprende anche Insigne (lieve distorsione ieri in allenamento), Morrone, Paloschi, Florenzi e Borini, dopo avere disinnescato la grana Regini-Saponara lasciando all'Empoli i due atleti per i playoff di A. Esordio con l'Inghilterra mercoledì 5, poi Israele l'8 e la Norvegia l'11 osservando il girone di ferro che vede Germania, Russia e Olanda contendere i due posti per le semifinali alla Spagna campione, che può contare su 4 elementi della cantera blaugrana e su due giocatori della nazionale maggiore come Thiago Alcantara del Barca e Isco del Malaga. Per l'Italia, che con 5 successi è il Brasile degli Europei Under 21 (la Spagna segue con tre), c'è una tradizione negativa di nove anni in cui al massimo ha ottenuto le semifinali nel 2009 con Casiraghi.