Italia obbligata a vincere Pianigiani: «Pronti a imbrigliare Repesa & C»

Lubiana Croazia e nuvole slovene per Azzurra Tenera risvegliatasi con qualche livido dopo la prima sconfitta nell'eurobasket che ci lascia ancora una speranza per passare fra le migliori otto. Certo serve una vittoria oggi, poco dopo l'ora di pranzo, quando affronteremo la squadra di Jasmin Repesa. Non ci sono vie d'uscita.
La caduta contro gli sloveni non ha cambiato l'umore di una squadra che sa stare bene insieme, che sapeva di dover pagare tasse alte alla prestanza fisica degli avversari e oggi saranno anche più grossi (altezza media 205) questi croati che avevano cominciato male contro gli spagnoli e troveremo nella grande arena del parco di Stozice.
Pianigiani conosce bene le strategie del suo rivale di sempre Gelsomino Repesa, quante battaglie nel campionato italiano fra Bologna, Roma e Siena, sa che al centro c'è quell'anima lunga di Ante Tomic, un 2 metri e 17 che renderà difficile presidiare l'area come è avvenuto contro la Slovenia capace di prendere il doppio dei rimbalzi rispetto all'Italia in una serata in cui i nostri tiratori hanno sbagliato nei momenti in cui serviva fermare l'impeto dei fratelli Dragic, anche se il 47.6% nel tiro da 3 sembra dire il contrario. Le statistiche spesso ingannano, sappiamo bene che fino a 2 minuti dalla fine potevamo ancora fare prigionieri avversari in serata di grande ispirazione come dice Gigi Datome che voleva festeggiare in altro modo le sue 100 presenze in azzurro: «Abbiamo sprecato una grande occasione, ma abbiamo ancora il destino nelle nostre mani e nessuno alla vigilia di questo Europeo pensava che andassimo così avanti. Con la Croazia sarà ancora durissima, ma ditemi voi quali sono state le partite facile per l'Italia fino ad oggi? Gli sloveni ci hanno messo le mani addosso, fatto valere la superiorità fisica, sarà così anche con la Croazia. Dobbiamo tenere in mano il ritmo della partita e con gli sloveni, per la prima volta in questo campionato, non ci siamo riusciti. Io ci credo ancora, giocare per la Nazionale è un onore e mi dà sempre sensazioni speciali. Non penso ancora a Detroit e alla prossima stagione Nba. Adesso c'è questo muro da saltare».
Per Pianigiani la pagina Slovenia è già superata. Oggi servirà un'Italia capace di spezzare il ritmo ai croati: «Non è facile affrontare gente come Tomic, Bogdanovic, Ukic, Draper, sono alti, hanno grandi capacità creative in attacco speriamo di poterli imbrigliare».
Tv: Diretta su RaiSport 1 dalle 14.30 .