Italia, Ventura: "Dimissioni in caso di sconfitta? Forse non lo sapete, ma siamo ai playoff"

Ventura è concentrato sulla sfida contro la Macedonia: "Stiamo bene: c'è grande serenità, è stata una delle settimane migliori sul piano del lavoro e della partecipazione"

Giampiero Ventura non sta vivendo un buon momento sulla panchina dell'Italia. La Federazione, nel mese di agosto prima delle dabacle di settembre contro la Spagna, gli ha anche rinnovato il contratto fino al 30 giugno del 2020 ma la critica non ha risparmiato in queste settimane l'ex tecnico del Bari. Questa sera l'Italia giocherà a Torino contro la Macedonia e in conferenza stampa ha sentenziato: "Sapevamo che saremmo potuti arrivare a questo punto a giocarci i playoff. Non c’è disperazione, ma consapevolezza".

Ventura ha poi parlato del modulo e ha risposto ad un giornalista macedone circa la possibilità di rassegnare le dimissioni in caso di mancato successo contro la Macedonia: "Cambio modulo? Più che il modulo è importante l’entusiasmo. Lavoriamo per fare punti e avere un miglior sorteggio. Preoccupato dall'obbligo di vittoria? E' dal primo giorno che abbiamo l'obbligo di vincere, anche le amichevoli perché dobbiamo sempre dimostrare qualcosa. Dal punto di vista psicologico, stiamo bene: c'è grande serenità, è stata una delle settimane migliori sul piano del lavoro e della partecipazione, sono assolutamente soddisfatto. Dare le dimissioni? Forse voi in Macedonia non lo sapete ma noi siamo già certi di giocare i playoff… Non si sa ma è così".