Juve favorita? Non è detto Ecco il perché

Ci sono centocinquantadue motivi per cui la Juventus dovrebbe vincere questa sera. Ma ce ne è uno per il quale l'Inter ha la possibilità di battere la Juventus. Le centocinquantadue ragioni son il distacco, in punti, che divide le due squadre negli ultimi dodici anni, da quando cioè la Juventus è risalita dalla serie B dopo la tempesta del duemila e sei. Sono punti che mettono paura e che spiegano molto, direi tutto, sulla differenza tra le due squadre e i due club. Eppure resta in piedi quel motivo, l'unico, per il quale l'Inter potrebbe vincere ed è il campo, la partita, l'imprevedibilità di questo gioco. La Juventus ha accumulato quel vantaggio portentoso con un progetto base che l'ha portata nel tempo a consolidarsi. Dopo I vaneggiamenti iniziali dovuti a un management incapace e inesperto e la scelta di alcuni allenatori in linea con la confusione regnante la nuova Juventus di Andrea Agnelli ha basato il proprio futuro su due tecnici, Conte e Allegri. L'Inter ha cambiato la qualunque, 14 allenatori e anche i passaggi di proprietà con evidenti sbandate (se il padrone fosse ancora Moratti stasera Modric sarebbe in campo in maglia nerazzurra e le chiacchiere altrove). Ecco perché la partita avrebbe un solo pronostico, perché la Juventus va a mille e l'Inter è ondivaga. Ci sono, però, alcune considerazioni che invitano alla prudenza e non sono certo le montate di panna che sono in circuito da alcuni giorni sulla crescita nerazzurra e il desiderio di vedere, finalmente, la Juventus sconfitta. No, i fattori si chiamano Icardi che ha le voglie quando gioca contro la Juve, si chiamano Keita nel caso in cui Spalletti decida il suo utilizzo, si chiamano Politano e Perisic, mine vaganti.

La Juve, di contro, presenta i soliti noti, Cancelo sul quale l'Inter non ha volute scommettere o forse non ne aveva la possibilità contabile, Ronaldo che è l'uomo della differenza a prescindere, Bentancur che non ha la garra charrua di certi suoi compatrioti interisti (?!?) ma risulta sempre più prezioso alla bisogna. Il resto è conosciuto e fa classifica. Tira un'aria di grande contesa anche se 11 punti di vantaggio permettono alla Juve di pensare all'impegno di Champions contro lo Young Boys, quello sì seriamente valido per la classifica. Prevedo, nel caso in cui la squadra di Allegri non dovesse farcela, anzi le buscasse, una sentenza immediata: il campionato è riaperto. Parlatene.

Commenti

flip

Ven, 07/12/2018 - 10:05

può permettersi di perdere una partita. facciamo un regalo di Natale agli interisti. poverini!

Gianca59

Ven, 07/12/2018 - 10:34

Diciamo che Damascelli ha voluto andare controcorrente....se la imbrocca può dire "l' avevo detto io" se non la imbrocca è il solito sognatore Damascelli ....stasera vedremo.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 07/12/2018 - 16:39

come ho già detto, il risultato minimo a favore della juventus è 2 a 0!

Gianca59

Sab, 08/12/2018 - 11:38

Ed eccoci qua con il risultato vero, non i sogni di Damascelli, in mano: Juve 1 - Inter 0. Per un po' Damascelli e, magari anche giovinap, hanno sognato/sperato nella vittoria dell' Inter...