Juve, giallo Dani Alves Spinge Dybala all'estero e Higuain lo "licenzia"

Il Pipita posta (e poi cancella) un misterioso messaggio: «È stato un piacere giocare con te...»

Il caso è servito. Nato, cresciuto e morto ancora una volta sui social network nel giro di pochissimi minuti. Protagonista suo malgrado Gonzalo Higuain, che prima ha postato un video di commiato nei confronti di Dani Alves e poi l'ha rimosso immediatamente. Tempo utile, però, per vederlo apparire nuovamente su altre pagine di fans del Pipita.

La genesi di questo saluto d'addio non è dato saperla, ma nel video incriminato Higuain ha di fatto salutato il brasiliano come se fosse già un suo ex compagno di squadra. Semplice scherzo o cosa? «Dani, fratello, cosa posso dirti? Ti mando un grande saluto, sai quanto ti voglio bene riferiva l'attaccante argentino nel video incriminato è stato un piacere giocare e vincere insieme a te. Ti auguro il meglio e spero che passeremo più tempo insieme perché è davvero un piacere». Frasi che non lascerebbero dubbi e che rimangono sospese nell'etere della Rete: «Ciao genio, rimani sempre con la solita allegria e con il sorriso concludeva Higuain questo è quello che conta di più nella vita. Sorridere ed essere felici. Ti abbraccio, non cambiare mai».

Un video di commiato che arrivava a poche ore di distanza da altre dichiarazioni, questa volta dello stesso Dani Alves, che avevano a loro volta creato un certo imbarazzo e un fastidioso prurito in seno alla dirigenza bianconera. Per questo la tempistica di questo saluto di Higuain appare quanto mai bizzarra e lascia aperta qualsiasi possibile valutazione.

Le dichiarazioni di Dani Alves vedevano il laterale brasiliano consigliare vivamente a Paulo Dybala di cercarsi un club di più alto spessore rispetto alla Juventus, per proseguire nella sua carriera e poter migliorare. Dichiarazioni mai rettificate (anche perché si trattava di un'intervista televisiva) che hanno dato molto fastidio in quanto la Juventus veniva vista solo come un club di passaggio nonostante le due finali di Champions league conquistate nel giro di tre anni. Dichiarazioni che hanno creato grande interesse attorno a La Joya, tornato prepotentemente ad essere obiettivo di mercato dei due top club spagnoli, Real Madrid e Barcellona nonostante un rinnovo firmato da poco fino al 2022.

Rimane da chiedersi, a questo punto, quale sarà il futuro di Dani Alves. Perchè una sua permanenza a Torino potrebbe essere vista con occhi poco benevoli un po' da tutti. Che qualcosa si sia incrinato nel rapporto con la Signora appare evidente. Ma effettivamente durante l'intervista scomoda in oggetto, il terzino carioca aveva aperto anche ad una sua possibile partenza; direzione Inghilterra, dove il Chelsea di Antonio Conte lo sta cercando con insistenza: «Perché non sono andato in Inghilterra? Sentivo di dover venire in Italia le sue parole qui il calcio è molto difensivo, e per andare in Inghilterra devi difendere bene. Comunque spero di poter ancora andare in Premier. Quando? Stiamo a vedere».

L'Everton ha chiesto informazioni su Lemina e Sturaro, mentre il Psg inizia a studiare l'eventualità di portare, sotto la Torre Eiffel, Cuadrado. In generale, però, sono tantissime le richieste per i giocatori bianconeri, che stanno diventando pedine in chiave mercato. Detto di Spinazzola e Caldara, che resteranno all'Atalanta un altro anno prima di fare il grande salto a Torino, i Mondiali Under 20 hanno messo in bella mostra il talento di Orsolini e Mandragora, due tra i giocatori più richiesti. Il primo piace a Sampdoria, Genoa e Verona, il secondo sempre all'Hellas, al Genoa e alla Spal. Senza dimenticare i vari Romagna, Vitale, Cassata, Cerri e Ganz: un tesoretto da 60/70 milioni di euro, per una società che ha seminato bene negli anni e ora può raccogliere gli investimenti fatti sui giovani.

Commenti
Ritratto di balonid

balonid

Dom, 18/06/2017 - 09:36

La finale persa ha aperto degli squarci in una squadra che era stata granitica fino a poco prima.