Juve-Inter, vecchia sfida per nuovi bomber

Il derby d'Italia. I bianconeri puntano sul tandem Matri-Toni e cercano una vittoria di prestigio per raddrizzare la stagione. Tra i nerazzurri, senza Milito, prova del fuoco per Pazzini. E Torino può essere una svolta in chiave scudetto

Tutto esaurito.Ultimo derby d’Italia all’Olimpico che può contenere al massimo 28 mila spettatori. Troppo pochi per un evento che richiama la stam­pa specializzata di tutto il mondo, una delle po­chissime sfide di cartello anche quando conta ze­ro per lo scudetto. Juve e Inter stanno bene. Del­neri ha tutto l’attacco disponibile tranne Quaglia­rella, Leonardo deve rinunciare a Samuel e Milito ma li rimpiazza con Ranocchia e Pazzini. L’ex do­riano è la grande novità per Leonardo, tre gol in tre gare. Matri è la risposta di Delneri. La Juve cer­ca un rilancio, la partita della svolta, l’unica vitto­ria che le regalerebbe un sogno per continuare a lottare da qui a maggio. L’Inter sa che battere i campioni del mondo è sempre una soddisfazione che non si dimentica e non avrà mai partite facili.

Del Neri: "Una grande Juve per i campioni del mondo"

Leonardo scaccia i fantasmi di calciopoli