Juventus campione d’Italia: ecco i sette eroi della rimonta

La Juventus di Massimiliano Allegri alla fine ce l’ha fatta a conquistare il quinto Scudetto consecutivo, il 32esimo della sua storia. I bianconeri hanno compiuto una rimonta storica dopo che nelle prime 10 giornate avevano messo insieme 12 punti sui 30 disponibili

La Juventus di Massimiliano Allegri alla fine ce l’ha fatta a conquistare il quinto Scudetto consecutivo, il 32esimo della sua storia. I bianconeri hanno compiuto una rimonta storica dopo che nelle prime 10 giornate avevano messo insieme 12 punti sui 30 disponibili. Il quattordicesimo posto non faceva presupporre la possibilità di rimonta, anche perché Inter, Napoli e Roma viaggiavano a ritmi record: invece, la Vecchia Signora, con una grande cavalcata, ha messo le mani sul Tricolore. I meriti sono, naturalmente, di tutta la rosa bianconera anche se ci sono sette interpreti che hanno dato qualcosa in più rispetto agli altri in questa lunga rincorsa.

Partendo dal fuoriclasse Gianluigi Buffon che ha blindato la porta della Juventus per ben 973 minuti, battendo anche il record di imbattibilità detenuto dal 1994 da Sebastiano Rossi. Restando in difesa, Leonardo Bonucci ed Andrea Barzagli sono state le colonne portanti di una squadra che in 35 giornate ha subito solo 18 reti. A centrocampo come non citare il fuoriclasse Paul Pogba, che dopo un inizio non facile, si è ripreso prendendo in mano le chiavi del centrocampo orfano di due grandi giocatori come Andrea Pirlo e Arturo Vidal. Come non citare poi il Principino Claudio Marchisio che nonostante una stagione un po’ tribolata per via dei vari infortuni fisici è riuscito a dare equilibrio alla linea mediana della Juventus. Infine, in attacco Zaza, Morata e soprattutto Mandzukic hanno sempre dato il loro apporto ma c’è Paulo Dybala che alla sua prima stagione in un grande club ha fatto davvero la differenza. La Joya ha realizzato la bellezza di 16 reti in 32 presenze, una ogni due partite, e ha sfornato ben 8 assist decisivi per i compagni. Il settimo ed ultimo grande protagonista in questa rimonta, però è stato l’allenatore Massimiliano Allegri che è riuscito a vincere ancora nonostante le cessioni dolorose di tre pezzi da novanta come Vidal, Pirlo e Tevez. Il tecnico toscano ha valorizzato giocatori come Alex Sandro, Cuadrado, Rugani e lo stesso Dybala, per citarne solo alcuni ed è riuscito a zittire le male lingue che parlavano di una Juventus scarica dopo la cavalcata del 2014-2015.