Juventus, Fabio Paratici rivela: "Cristiano Ronaldo? Noi volevamo Icardi…"

Il responsabile dell'area sportiva dei bianconeri racconta un retroscena sull'arrivo di CR7 a Torino: il primo obiettivo era il capitano dell'Inter

"Il primo obiettivo era comprare Mauro Icardi e scatenare un casino incredibile. Oppure prendere Cristiano Ronaldo…". La confessione, che non può certo passare inosservata, è di Fabio Paratici, responsabile dell'area sportiva della Juventus.

Il dirigente, il giorno successivo all'ufficializzazione dellarrivo di Aaron Ramsey in bianconero (arriva dall'Arsenal a parametro zero), si è aperto sulle rosee colonne della Gazzetta dello Sport, intervistato da un tifoso juventino d'eccezione, Walter Veltroni. E a lui ha svelato quel retroscena estivo: la Vecchia Signora voleva fortemente il capitano dell'Inter, e poi, invece, ha scelto l’asso portoghese, vincitore di cinque Palloni d'Oro.

Dunque, Paratici racconta dove e come è nata quella trattativa: "Quando noi abbiamo giocato a Madrid è venuto Mendes, come si fa sempre nei giorni della Champions. Gli dico: 'Cristiano ha fatto dei gol incredibili', avevo ancora negli occhi, con ammirazione e dolore, la rovesciata. Lui mi guarda e mi risponde: 'Tu non ci crederai ma Cristiano, se cambia, vuole venire alla Juve. Ricordati che è meno strano di quanto tu possa pensare. Poi ne parliamo'. Io ho pensato a una boutade ma ho cominciato a ragionarci…". E ragionamento dopo ragionamento, la trattativa si è aperta e la Juve ha portato a casa il colpo del secolo.

Nel corso della chiacchierata, il dirigente juventino ha parlato anche del futuro di Massimiliano Allegri e di Paulo Dybala, assicurando che entrambi resteranno a Torino. Si vedrà...