La Juventus piazza il 4° colpo: visite mediche e firma per De Sciglio

L'ormai ex terzino del Milan al J-medical per le visite mediche e la firma. Guadagnerà 2,5 milioni l'anno fino al 2021. Al Milan 12 mln più bonus

Giornata importante per Mattia De Sciglio. Stamattina l'ex terzino del Milan si è presentato di buon'ora al J-medical di Torino per sostenere le visite mediche con la Juventus. Se non ci saranno problemi di natura fisica, il giocatore firmerà con i bianconeri un contratto quadriennale da 2,5 milioni di euro a stagione. Dalla cessione del difensore della Nazionale il Milan ricava 12 milioni di euro più bonus. L'accordo tra Juve e Milan era stato raggiunto da tempo. Limati la settimana scorsa gli ultimi dettagli: è De Sciglio l'erede di Dani Alves.

La fascia destra bianconera ha un nuovo padrone: quella difensiva s'intende. Mattia De Sciglio è stato scelto dalla dirigenza bianconera per sostituire Dani Alves, partito con destinazione Paris Saint Germain in un mare di polemche. De Sciglio è stato acquistato per esplicito volere di Max Allegri, di cui il terzino è stato pupillo ai tempi del Milan.

Ormai il rapporto tra i rossoneri e De Sciglio era logoro. Acclamato all'inizio della sua carriera come l'erede di Paolo Maldini, negli anni il difensore della Nazionale è diventato Dottor Jekyll e mister Hyde. In difficoltà nelle partite giocate in maglia rossonera, autore di ottime prestazioni con la Nazionale di Antonio Conte.

ll problema di De Sciglio, più che di ordine tecnico-tattico, sembrava di natura psicologica. Il ragazzo non aveva mai nascosto di soffrire tremendamente i fischi dei tifosi rossoneri, che da lui si aspettavano un rendimento scintillante che, sinceramente, si è visto solo a sprazzi.

La nuova avventura in bianconero di De Sciglio parte con le migliori intenzioni. Rispetto al suo predecessore Dani Alves, il difensore nato a Milano nel 1992 è meno esuberante caratteriamente, dato che gli mancano la carica e la tensione del laterale brasiliano, capace di esaltarsi nelle grandi partite. Ma è più ordinato tatticamente e più professionale.

Dopo la partenza di Bonucci, la Juventus continuerà a giocare con la difesa a 4. Ora la fascia destra è nelle mani di De Sciglio. Garantiscono Allegri e tutta la società banconera.

Commenti

Atlantico

Mer, 19/07/2017 - 14:04

Ma quale erede ?? Non scherziamo ! Comunque, invito la giuve a trovare 'eredi' di questa levatura anche per Buffon, Chiellini e Barzagli ....

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 20/07/2017 - 09:52

Purtroppo la Juve è questa, nel bene e nel male. In Italia non se ne parla neanche ma all'estero è un altro film. Idem il nostro calcio. E' diventato lo specchio del nostro debito pubblico. C'è, è enorme ed è diventato un totem, la religione di stato, la nostra bandiera. All'estero ci valutano per questo, la mafia e i comunisti. Così Napoli è la sorella di Nairobi dicono oltr'alpe.