Per la Juventus al via il raduno, ma il mercato continua

Con il Mondiale ormai concluso, torna al centro della scena il mercato. Molto attivo l'asse Verona-Torino: dopo Iturbe, la Juventus tratta Romulo, ma c'è anche il Galatasaray di Prandelli. Per Pereyra è duello aperto con l'Inter

Pereyra, è duello Juve-Inter

L'affare Iturbe è oramai quasi concluso (anche se le firme ancora non ci sono), ma Juventus e Verona continuano a rimanere in contatto per un altro giocatore, il centrocampista italo-brasiliano Romulo. La concorrenza, però, non manca: su di lui ci sono anche Roma e Galatasaray. L'ex ct Prandelli aveva convocato il giocatore per il campionato del mondo in Brasile, ma Romulo aveva dovuto rinunciare per via di un infortunio. Il suo futuro, ora, potrebbe essere ad Istanbul.

E Romulo non è l'unico italiano nel mirino del club turco: ci sono anche il difensore del Parma Paletta, altro pallino di Prandelli nonostante il Mondiale deludente disputato dal giocatore italo-argentino, e Giaccherini, centrocampista in forza al Sunderland ed ex della Juventus. Tutti e tre hanno avuto un'esperienza in azzurro con l'ex commissario tecnico, dimessosi tre settimane fa in seguito all'eliminazione. Il Galatasaray è, al momento, il club che ha mostrato il maggiore interesse per Romulo. La cifra fissata dal Verona per il giocatore è di 8 milioni di euro.

La Juventus preferisce non accelerare, in attesa di sviluppi sul fronte Pereyra. Per quanto riguarda il centrocampista dell'Udinese, è ormai braccio di ferro con l'Inter. I Nerazzurri si sono portati in vantaggio offrendo Ruben Botta, elemento che piace al nuovo allenatore dei Friuliani (ed ex Inter) Stramaccioni. La replica della Juve è stata immediata, con un rilancio importante: la dirigenza bianconera ha offerto all'Udinese tre nomi di giovani giocatori, due dei quali finiranno a Udine insieme ad un conguaglio nel caso i Friulani dovessero accettare.

I nomi proposto sono Fausto Rossi, centrocampista 24enne, reduce da una buonissima stagione nella Liga, poi il baby Leonardo Spinazzola, un altro centrocampista dalle caratteristiche più offensive che ha appena 21 anni, e Abbate. La scelta dell'Udinese ricadrebbe sui primi due, a cui bisogna aggiungere un conguaglio che si aggira sui 10 milioni di euro. La contro-proposta bianconera dimostra il forte interesse della Juventus per il giocatore, e costringerà anche l'Inter a rilanciare ulteriormente.

Si aspettano sviluppi nei prossimi giorni, anche perché l'Inter attende di sapere quanto potrà monetizzare da eventuali cessioni, su tutte quelle di Guarin oppure Alvarez. Se uno dei due ricevesse un'offerta consistente, ecco che allora i Nerazzurri punterebbero con decisione su Pereyra. Più tranquilla la situazione in casa Juventus, con un mercato di fatto ormai concluso. Il giocatore piace e l'offerta all'Udinese è stata fatta, ma se l'affare non dovesse andare in porto, Paratici e Marotta ripiegherebbero su Romulo, visti i buoni rapporti con il Verona.