Kakà al Psg «salva» Madrid e Milan

Mattia Destro è della Roma, un milione e mezzo a stagione più bonus e premi, va da Zeman che lo ha cercato quasi con disperazione dopo la cessione di Fabio Borini al Liverpool. Non è stato un colpo basso per le big, la nuova destinazione di Mattia è anzi la più indolore, cartina tornasole di un mercato che si azzanna sui pochi talenti in circolazione, figlio di un'Europa a due velocità che sta riscrivendo le mappe del calcio. Da una parte il Madrid indebitato e preso per il colletto mentre si trovava sul baratro, dall'altra il Psg che continua a comprare, anche donne tedesche, uno spettacolo. La squadra femminile parigina ha preso dal Duisburg il difensore centrale Annike Krahn, nazionale e pluridecorata. Il cugino di Mansour inizia a svariare sulle fasce e presto scoprirà nuove emozioni. Una gliela sta regalando Zlatan Ibrahimovic al primo mal di pancia francese. Adesso si è ricordato che il Milan gli aveva promesso la maglia numero dieci e la vuole anche a Parigi: «Se desiderano farmi un regalo - ha detto il vecchio Ibra -, sanno cosa mi piace». Leonardo molto umilmente gli ha spiegato che al momento è sulle spalle di Nenè. Probabilmente Nenè, giusto per tagliare la testa al toro, verrà ceduto. E il povero Madrid forse verrà salvato proprio da loro visto che i bookmakers hanno aperto le puntate sulle destinazioni più probabili di Kakà, macigno in casa Madrid, e in lavagna il Psg è bancato a 2. Il Tottenham è la prima alternativa pagata 5, poi Bayern a 17, United 21, Arsenal, Chelsea e City 26, il Milan non compare proprio.
A Milanello è comparso invece Antonio Cassano. Sono tornati i nazionali, Abate abbondantemente in anticipo sull'orario poi Nocerino, Mexes e Montolivo. Ultimo a varcare il cancello Antonio Cassano, ma era in pantaloncini e sorrideva. Magari si sarà già fatto passare l'arrabbiatura per le cessioni dei suoi amici, i quotisti gli assegnano la maglia numero 10, quella promessa a Ibra. Pare che per tamponare la partenza di Thiago Silva ci sia pressing su Mapou Yanga-Mbiwa centrale del Montpellier, 26 anni. Il presidente dei neo campioni di Francia, Louis Nicollin, prima si è dipinto la chioma di arancione e blu, i colori del Montpellier, poi ha risposto che per Mapou Yanga-Mbiwa occorrono gli stessi soldi incassati dalla cessione di Thiago Silva. Occorre fargli passare la sbornia, poi l'affare si può chiudere attorno ai 10 milioni, anche meno. Perso Destro la Juve è rimasta con il cerino in mano e andrà su Giampaolo Pazzini ma questa sarà una trattativa lunga che si chiuderà eventualmente solo negli ultimi giorni di mercato.
L'Inter sta per ricevere l'agente di Julio Cesar, Josias Cardoso. C'è in vista una risoluzione consensuale del contratto che potrebbe portare Julio Cesar in Brasile. Se il Madrid non chiama Moratti, Maicon è senza potenziali acquirenti. A Stramaccioni è venuta un'idea bizzarra, quella di schierare nel ruolo Ezequiel Schelotto, argentino con origini italiane che canta l'inno, ha doppio passaporto e tripla posizione in campo in quanto sa ricoprire tutti i ruoli disponibili sulla fascia.