Kubica: "Credevo fosse impossibile tornare in F1 ma ce l'ho fatta"

La Renault ha concesso a Kubica la possibilità di tornare a guidare una vettura di F1: "Non so che cosa porterà il futuro ma sono orgoglioso di quello che ho dimostrato"

Robert Kubica è tornato: il pilota polacco, nella giornata di ieri, sul circuito di Valencia, ha completato la bellezza di 115 giri, per un totale di circa 460 chilometri. Il 32enne, a sei anni di distanza dal terribile incidente avvenuto durante il Rally di Andora, per gentile concessione della Renault, è tornato al volante di una Formula Uno, una E20 del 2012, per l'occasione, ridipinta di giallo, uguale al colore della tuta di Kubica.

Kubica, al termine, di questi giri di prova ha commentato soddisfatto e felice la sua prestazione:"Qualche anno fa credevo fosse impossibile tornare su una F1, ho lavorato più di 12 mesi per questo test. Non so che cosa porterà il futuro. Sono orgoglioso di quello che ho dimostrato, ma ho anche capito quello che ho perso. Negli ultimi anni ho provato tre simulatori andando forte. Anche in confronto ad alcuni piloti titolari in F.1. Ho chiesto al mio dottore se sarebbe stato possibile che dopo l’incidente sarei riuscito a guidare più veloce di prima e lui mi ha risposto di sì. La mente e il corpo sviluppano caratteristiche che prima non avevano, per sopperire alle limitazioni fisiche e superarle".

Commenti
Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Mer, 07/06/2017 - 20:44

bentornato !! (e augurissimi)