L'AFFAIRE DESTRO C'è l'accordo fra Siena Genoa e Roma ma i bianconeri non mollano

La Roma si allena a Chicago pensando a Mattia Destro (foto) e Totti lo chiama: «Spero che arrivi, si troverebbe a proprio agio perché lo metteremmo nelle condizioni migliori. Ma non è ancora della Roma». Situazione molto complicata, il centravanti non è tutto del Genoa che ha offerto 7 milioni più una contropartita tecnica per la metà del Siena e ha un accordo con la Roma. Destro a fine campionato disse che desiderava giocare con Zeman. Ma è tutto bloccato. Il ds Stefano Antonelli del Siena(ex giro Moggi)non chiarisce: «Per Mattia c'è un accordo fra Genoa e Roma, anche se esiste una variabile importante e cioè la Juventus che pressa». Conte lo chiama quotidianamente, la Juve gli offre un ingaggio da 1,5 a stagione quindi più della Roma, in bianconero giocherebbe la Champions e la giocherebbe da titolare. Destro alla Roma ha chiesto un ingaggio più alto e avrebbe espresso alcune perplessità a trasferirsi da Totti. Eppure questo è lo scenario possibile: Destro alla Roma, Pazzini alla Juventus e Matri al Milan.