L'agente di Gabigol: "La nostra priorità è farlo giocare nell'Inter"

L'agente di Gabigol corregge un po' il tiro e apre all'Inter: a gennaio, però, bisognerà trovare una soluzione per il giovane brasiliano pagato 30 milioni di euro

Gabigol resta uno dei grandi misteri di casa Inter: il club nerazzurro, in estate, ha investito una cifra importante per portarlo a Milano strappandolo alla concorrenza. 30 milioni di euro investiti per un calciatore che ha giocato solo 16 minuti in campionato, contro il Cagliari. L'agente dell'ex attaccante del Santos, Wagner Ribeiro, nei giorni scorsi aveva tuonato contro l'Inter visto che il suo assistito ha visto molto di più la panchina rispetto al campo.

Questa volta, però, il procuratore di Gabigol usa un tono più morbida in un intervista concessa a SporTv: "Il nostro piano è rimanere all'Inter e vederlo giocare titolare. Se dovesse tornare in Brasile nascerebbe anche un problema burocratico perché lui in nerazzurro occupa uno slot da extracomunitario e se torna in Brasile lo perde. Se invece dovesse essere prestato in un altro club italiano, allora lo manterrebbe. Penso che tutti vogliamo un accordo perché lui giochi, parleremo con la sua famiglia che è insoddisfatta di questa situazione. Lui ha scelto molto bene la squadra, è arrivato in Italia da olimpionico, titolare assoluto del Santos e convocato in nazionale da Tite. Ma quando è giunto all'Inter non conosceva le abitudini del club in tema di allenamento. Ha giocato 16 minuti e non è più sceso in campo. Siamo rimasti un po' male, ho parlato col direttore sportivo e anche col presidente; siamo un po' frustrati. Gabriel è molto giovane ed ha un potenziale enorme. Vuole una chance per giocare e dimostrare cosa sa fare: gennaio torno a Milano, sono certo che risolveremo la cosa nel migliore dei modi".