Grosso dal Mondiale al Viareggio. Vince la Juve, applausi al Palermo

L'allenatore dei bianconeri trionfa 10 anni dopo Berlino. I rosanero l'avevano portato in azzurro, ieri li ha battuti

«Mio dio, Fabio Grosso». Sembra di sentire ancora Marco Civoli entusiasmarsi per il gol alla Germania al 117', nella semifinale mondiale. Dieci anni fa, il mancino abruzzese, classe '77, era stato decisivo come nessun difensore nella storia delle grandi manifestazioni: rigore procurato negli altri supplementari, contro l'Australia, e rigore realizzato in finale, alla Francia. L'ultimo. Apoteosi. Anche ieri, ma a Viareggio, come allenatore della Juve, 3-2 al Palermo, alla prima finale.

Al quarto d'ora segna di sinistro il cipriota Kastanos, pareggia il palermitano La Gumina (capocannoniere con 9 gol e miglior giocatore del torneo), tapin su errore del portiere Del Favero. Poi solo rigori: dello juventino Vadalà, argentino (Giuliano atterra il ceco Macek), e di La Gumina, su tackle leggero di Severin. I siciliani sono molto più propositivi della loro squadra di serie A, per due volte accarezzano il sorpasso, ma al 36' della ripresa Santoro sfiora Di Massimo, che trasforma il terzo rigore, dubbio. I rosanero hanno una chance per il 3-3, fermata da un tocco di mano in area, Valeri però non concede il quarto penalty della finale.

Bianconera è la serie A, da 4 stagioni, bianconero è il Viareggio, perché con 9 successi la Juve raggiunge il Milan (che vanta due finali in più) e stacca la Fiorentina. Questa è la nostra formazione ideale della coppa carnevale, secondo il 4-3-3: Marson (Palermo, premiato come miglior portiere); Lirola (Juve, spagnolo), Romero (Belgrano, argentino), Tafa (Palermo, albanese), Pellizzari (Entella); Orsolini (Ascoli), Bonetto (Inter), Castrovilli (Fiorentina); Grieco (Spezia), La Gumina (Palermo); Filipovic (Spezia, croato). All. Bosi (Palermo). Vince però Grosso, che fu campione del mondo a Berlino da rosanero.

Commenti

sergioilpatriota

Gio, 31/03/2016 - 11:54

Alla Juve il torneo di Viareggio con due rigori a favore (il secondo dubbio) ed un'altro negato al Palermo. L'importante è cominciare da piccoli!