Lamela ai saluti: la serie A perde un altro vip

Per una Serie A che tentenna e cerca di far quadrare i bilanci, un Real Madrid che spende oltre 100 milioni e fa registrare un nuovo record. Le due facce del calciomercato di oggi sono queste: il nostro campionato, dopo gli arrivi di Tevez, Gomez, Strootman, Gervinho e Llorente, ora vive una fase di stanca e guarda il Real Madrid pagare 93 milioni di sterline per Gareth Bale; cifra altissima, la più alta mai pagata per un calciatore. Più di Cristiano Ronaldo, Zidane, Kakà e Figo. E il Tottenham, che comunque ha già preso Soldado, Paulinho, Chadli e Capoue, è pronto a concludere anche l'ingaggio di Erik Lamela dalla Roma: il direttore dell'area tecnica, Franco Baldini, ieri era in Spagna dove è stato raggiunto dagli agenti del centrocampista. Si continua a trattare: gli Spurs offrono 30 milioni, la Roma ne vuole 35. La situazione sembra volgere alla stretta finale, anche perchè il giocatore avrebbe già accettato la proposta di un contratto di 6 anni a 2,5 milioni a stagione.
Chi rimane nel limbo, invece, è Adem Ljajic: il giocatore serbo è stato accolto da fischi l'altra sera alla presentazione della Fiorentina e la dichiarazione del direttore sportivo Daniele Pradé ha aperto, di fatto, nuove scenari sul suo futuro: «Incontro per il rinnovo? Abbiamo un anno di tempo per metterci al tavolo e parlarne». A conti fatti, Ljajic potrebbe restare a Firenze fino a scadenza di contratto (30 giugno 2014). il Milan tornerà a presentare un'offerta a breve, ma, viste anche le parole al veleno di Andrea Della Valle («Meritavamo noi di disputare i preliminari di Champions»), il tutto verrà rispedito al mittente.
E mentre i rossoneri attendono novità su Honda (si chiuderà non prima del 29 agosto), l'accesso alla fase a gironi di Champions porterebbe in dote al Milan e a Massimiliano Allegri il dono promesso da Galliani, ovvero il gioiello dell'Ajax Christian Eriksen. Il centrocampista danese sta infatti temporeggiando in attesa di conoscere l'esito del preliminare tra i rossoneri e il Psv. Ieri, intanto, l'agente di Arturo Vidal si è recato a Torino per firmare il rinnovo del contratto con la Juventus fino al 2018. L'intesa c'era da settimane, è stata solo una formalità. I bianconeri attendono sviluppi sulla questione Kolarov, ma intanto cercano di piazzare i giocatori in esubero.
Il Napoli, invece, continua la sua corsa su Davide Astori, anche se ieri il presidente del Cagliari, Massimo Cellino, ha fatto chiarezza sul brusco rallentamento della trattativa dicendo: «Io non lo voglio dare Astori al Napoli. L'accordo era stato trovato, ma poi i partenopei sono spariti e ho confermato al ragazzo che non lo avrei più ceduto». Una frase alla quale nessuno crede...
Infine mossa a sorpresa del Torino, che sta pensando d'ingaggiare quell'Enzo Maresca che, con la maglia della Juventus, anni fa mise a segno un gol in un derby mimando il gesto delle corna del toro: «Ci è stato proposto, sicuramente non ci saranno problemi per gli screzi del passato», ha precisato il ds Gianluca Petrachi.