Con l'ammiraglia 508 Peugeot gioca la carta della berlina-coupé

Imponente e dal profilo snello ed elegante Gli stilisti hanno giocato sull'originalità

Piero Evangelisti

Montecarlo C'è ancora spazio nel mercato dell'auto per le grandi berline? Alla Peugeot continuano a credere in un futuro delle classiche tre volumi e lo confermano nei fatti con la nuova 508, l'ammiraglia di casa, che con la serie precedente condivide soltanto il numero.

Per sopravvivere all'ondata dei Suv e delle superstiti station wagon di taglia large (anche la 508 avrà presto una sorella «familiare»), una berlina deve cambiare look, assumendo un'aria da coupé che ne alleggerisca le forme aumentandone la sportività. È quello che hanno fatto i designer di Peugeot, riuscendo a vestire un'auto di dimensioni importanti (4,75 metri di lunghezza, 1,85 di larghezza, ma soltanto 1,40 di altezza) con un abito che la rende snella ed elegante, caratterizzato da un padiglione basso e filante e da un frontale che fa apparire l'auto ben piantata, pronta allo scatto.

Un'altra importante deroga al canone della berlina classica è il portellone inserito, quasi mimetizzato, nella coda hatchback, che si apre su un vano bagagli molto generoso (da 487 a 1.537 litri di volume). Nuova Peugeot 508 si presenta, insomma, come una gran bella macchina, e non soltanto nelle forme esterne, ma anche all'interno dove le più moderne tecnologie (domina su tutto l'i-Cockpit Peugeot) sono inserite in un ambiente molto chic, curato in ogni più piccolo dettaglio. Mentre ci accomodiamo al volante della 508 una BlueHdi 180 (177 cv) S&S con cambio automatico Eat8 a otto rapporti, accelerazione da 0 a 100 in 8,3 sec0ndi, emissioni CO2 124 g/km - che ci viene offerta per un primo test di guida che parte dal lungomare di Fontvieille, ultimo lembo occidentale del Principato di Monaco, siamo sicuri di essere a bordo di un'auto premium, attributo fino a oggi gelosamente custodito, quasi fosse un diritto dinastico, dai blasoni tedeschi. Nei dintorni di Montecarlo non mancano certo le strade dove sottoporre a una prova impegnativa la nostra 508, dalle tormentate corniche monegasche all'autostrada che va verso Nizza e oltre, attraverso un continuo saliscendi che mette alla prova l'elasticità del motore; dalle belle dipartimentali che salgono verso Grasse al traffico caotico sulla Croisette di Cannes dove è in pieno svolgimento il Festival della Creatività, quello dedicato al mondo dell'advertising.

È qui, mentre viaggiavamo a passo d'uomo, che ci siamo accorti dell'attenzione dedicata alla nostra vettura, un indicatore della originalità che gli stilisti di Peugeot sono riusciti a infondere nella nuova 508.

In ogni momento, soprattutto durante la guida in montagna, verso il Turini, il telaio della berlina francese fa sentire tutte le sue doti, incluse le sospensioni intelligenti di cui la nostra versione Gt Line è equipaggiata. Nuova 508 vanta una maneggevolezza da prima della classe, inattesa su un'auto di questa taglia. Sempre sicura, grazie alla presenza delle assistenze alla guida realmente utili, la nuova ammiraglia di Peugeot dispone di motori benzina PureTech e diesel BlueHdi con potenze da 130 a 226 cv e ha un listino che parte da 30.350 euro. Consegne da ottobre.