L'Astana conferma: "Aru correrà la Vuelta"

Fabio Aru è costretto a ripeterlo ancora una vuelta: correrà la Vuelta. Non era mai stata messa in dubbio la sua partecipazione alla corsa spagnola, tanto che al Tour si era congedato con un semplice «ci rivediamo in Spagna». Lo stesso team manager Alexander Vinokourov ci aveva assicurato la sua presenza: «Anche se il prossimo anno Fabio dovesse correre per un nuovo team (si attende solo l'annuncio, ma con la UAE Emirates, la formazione araba diretta da Beppe Saronni, sembra ormai tutto fatto, ndr), in Spagna sarà la nostra punta», più chiaro di così...

Invece ci è voluta una nota, per mettere chiarezza dopo una serie di articoli fake soprattutto esteri che mettevano in dubbio la sua presenza in terra Iberica, per via dell'Astana che non avrebbe voluto portarlo a correre su quelle strade che l'hanno visto trionfare nel 2015.

Dopo il quinto posto finale al Tour, dove ha anche vinto una tappa a la Planche des Belles Filles e indossato la maglia gialla per due giorni, Fabio Aru farà quindi il suo ritorno alle corse il prossimo 19 agosto alla Vuelta a España. Già confermata la presenza dello scalatore colombiano Miguel Angel Lopez e dei due corridori spagnoli Luis Leon Sanchez e Pello Bilbao.

Quest'anno la corsa a tappe spagnola, che prenderà il via sabato 19 agosto con una cronometro a squadre a Nimes (Francia) e si concluderà con la tradizionale passerella di Madrid, domenica 10 settembre, vedrà al via il re di Francia Chris Froome che punta chiaramente al bis stagionale (la doppietta con il Tour è riuscita solo ad Anquetil, 1963, e Hinault, 1978), dopo averlo fallito di pochissimo (secondo) un anno fa, e il nostro Vincenzo Nibali, che dopo aver chiuso il Giro sul podio (terzo), spera di poter essere protagonista anche sulle strade di Spagna, dove nel 2010 trionfò per la prima volta in un grande giro.

Commenti

Gianca59

Gio, 03/08/2017 - 11:39

Da solo anche stavolta ?