Lavori al San Paolo, il Napoli blocca la campagna abbonamenti

La decisione della società "per evitare disagi ai tifosi". Spazio per la polemica: "Non conosciamo né la data di inizio né la durata dei lavori"

Lavori in corso allo stadio e il Napoli congela la campagna abbonamenti. La notizia ufficiale arriva direttamente dal sito del club azzurro e rinfocola la lunga (e durissima) querelle sull’impianto sportivo del San Paolo tra la società e l’amministrazione comunale e regionale.

La nota del club recita: “La Società Sportiva Calcio Napoli comunica che, come è ormai noto, lo stadio San Paolo è stato inserito tra gli impianto che ospiteranno le Universiadi 2019. Per tale ragione, nel corso della stagione agonistica 2018-19, l’impianto sarà interessato dall’esecuzione di lavori di manutenzione funzionali a rendere la struttura idonea a ospitare l’evento. Come prospettato dalle stesse amministrazioni che sovrintendono all’organizzazione della manifestazione, l’esecuzione di tali lavori comporterà l’inevitabile chiusura e, comunque, l’indisponibilità dei settori, di volta in volta, oggetto delle attività manutentive”.

C’è spazio per la polemica: “Tuttavia, nonostante l’inizio delle Universiadi sia previsto per l’estate 2019, alla Ssc Napoli non è stato comunicato né il cronoprogramma dei lavori (non sono note né la data di inizio degli interventi né èla durata degli stessi) né tantomeno il progetto che le competenti amministrazioni intendono realizzare”.

Per queste ragioni, la dirigenza azzurra la “soluzione” può essere solo una: “A causa del totale stato di incertezza descritto, al fine di evitare disagi ai tifosi, la Ssc Napoli ha ritenuto opportuno non avviare la campagna abbonamenti per la stagione prossima”.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 10/08/2018 - 15:50

in questa faccenda c'è una sola certezza,il presidente del napoli vuole essere regalato il suolo per costruirsi lo stadio personale e vuole anche alcuni milioni di euro per edificarlo in sub'ordine vuole essere regalato il san paolo e che sia tutto di sua proprietà esclusiva,io personalmente auspico che a.d.l.si trasferisca a bari!p.s.sarà pur vero che il signor de laurentis ha rilevato(per 4 soldi) il napoli e lo ha portato in serie A,ciò è stato fatto solo per le sue tasche che ora si sono ben gonfiate.si tenga presente che la "società sportiva calcio napoli" è sottoposta alla capo fila "filmauro" che fattura un millesimo del calcio napoli.i napoletani protestano per che sanno con certezza che il napoli forse navigherà nelle alte classifiche dei tornei,ma non vincerà mai nulla!