Lazio e Mauri: niente illecito Cancellato il -6

Le sentenze di primo grado saranno ufficiali domani, ma i rumors parlano di «quasi vittoria» dei legali della Lazio e di Mauri. A fronte delle richieste del pm Palazzi (4 anni e 6 mesi di squalifica per il calciatore, un -6 in classifica e 20mila euro di ammenda per il club), la Disciplinare Figc dovrebbe infliggere solo 6 mesi di stop al centrocampista e un'ammenda alla società di Lotito. Cancellati dunque gli illeciti per Lazio-Genoa e Lecce-Lazio (con conseguente proscoglimento per Milanetto, Benassi e Rosati oltre che per i Grifoni), a Mauri resterebbe solo l'accusa di omessa denuncia per la sfida con i salentini. I giudici avrebbero quindi avvalorato la tesi del ragionevole dubbio sulle azioni dell'imputato, ritenendo incongrui i riscontri telefonici con scheda «coperta» tra Mauri, Zamperini e gli altri presunti complici alla vigilia del match. Sicuro il ricorso di Palazzi nell'udienza di secondo grado del 13 agosto.

Commenti
Ritratto di depil

depil

Mer, 31/07/2013 - 10:33

a quando una class action delle vittime di Palazzi? sarebbe ora che pagasse il conto (senza aiuti economici di Moratti e tronchetti, però).