La Lazio fa 7 gol alla Sampdoria

La Lazio asfalta la Sampdoria e blinda l'Europa League. Ecco gli altri risultati

La Lazio asfalta la Sampdoria e blinda l'Europa League, il Palermo retrocede matematicamente in serie B nonostante il pareggio sul campo del Chievo. Sono i verdetti del 35° turno di campionato in un'altra giornata nera per l'Inter, sconfitto anche sul campo del Genoa. Fa ancora festa la Lazio, che dopo la vittoria nel derby contro la Roma manda al tappeto i blucerchiati, sconfitti per 7-3. Alla squadra di Simone Inzaghi basta il primo tempo per archiviare la pratica con 5 gol. I biancocelesti sbloccano il risultato dopo appena tre minuti con il solito Keita. Al 19' il raddoppio di Immobile dagli 11 metri e l'espulsione di Skriniar per il fallo da rigore su Keita complicano ulteriormente le cose per i blucerchiati. La Samp accorcia le distanze con Linetty al 32', ma poi la Lazio dilaga con le reti di Hoedt, Felipe Anderson ancora su rigore (fallo di Regini su Lulic) e Hoedt. Lo show della Lazio continua nella ripresa con il gol di Lulic (65') e la doppietta di Immobile (70'). I due gol di Quagliarella, a segno al 72' e su rigore al 90', sono una magra consolazione per la Samp. E mentre la Lazio timbra il pass per l'Europa, l'Inter perde sul campo del Genoa e scivola sempre più in basso.

L'Inter si fa così agganciare al settimo posto dalla Fiorentina, che strappa un pareggio al Sassuolo in inferiorità numerica. La sfida del Mapei Stadium finisce 2-2. La squadra di Sousa sbaglia un rigore al 33' con Kalinic, ipnotizzato da Consigli, ma trova comunque il vantaggio con Chiesa al 37'. Al 72' l'arbitro Gavillucci assegna un rigore generoso al Sassuolo per un contatto in area fra Rodriguez e Berardi ed espelle il difensore viola. Politano trasforma e all'85' Iemmello porta in vantaggio i neroverdi, ma al 94' la Fiorentina ristabilisce la parità grazie al magico sinistro di Bernardeschi. Nelle zone calde della classifica, infine, distacco invariato fra Empoli e Crotone. I calabresi vincono per 1-0 a Pescara con un gran gol di Tonev al 71' ma restano al terz'ultimo posto a -4 dai toscani, vittoriosi in casa contro il Bologna per 3-1, e a -5 dal Genoa. Non c'è più speranza, invece, per il Palermo. I rosanero retrocedono matematicamente in serie B con tre turni di anticipo nonostante il pareggio per 1-1 sul campo del Chievo.