Lazio: Lotito mira in alto " Con Gentiletti alla pari con tutti!"

Il Presidente della Lazio, colui che più di tutti si è speso per riuscire a far arrivare Tavecchio alla guida del calcio nostrano, ha parlato del mercato capitolino, soffermandosi in particolar modo sull'ultimo innesto nella rosa a disposizione di Stefano Pioli, il cui esordio ufficiale sulla panchina della Lazio avverrà tra 72 ore nel match con il Bassano, valido per la Coppa Italia, competizione alla quale la società biancoceleste tiene particolarmente, in quanto possibile viatico per tornare a calcare i campi europei.

Lotito, parlando di Gentiletti, lo ha definito un acquisto molto importante per alzare il livello qualitativo di una squadra che è già molto forte e che sarà capace di fare una bella figura in tutte le competizioni nelle quali scenderà in campo. Quindi ha elogiato i suoi collaboratori, afferrmando che l'arrivo del difensore, argentino ma con passaporto nostrano, è la l'ennesima prova di come la Società continui a spendere ogni energia per costruire una formazione che regali soddisfazione ai propri sostenitori. Soffermandosi poi sulle caratteristiche tecniche del centrale sudamericano, il massimo dirigente biancoceleste ha voluto porre l'accento sull'agonismo e il carattere molto forte del giocatore, due qualità che ne faranno, a suo dire, un fattore di equilibrio del reparto arretrato. Lotito si è poi detto speranzoso che Gentiletti confermi il feeling con il goal, caratteristica che lo ha reso uno dei difensori più prolifici nel campionato del suo Paese.

Ricordiamo che per riuscire a portarlo nella Capitale, la Lazio ha sborsato solo due milioni di euro: un ottimo prezzo visto che Gentiletti è stato nominato il migliore difensore della "Libertadores" 2014, vinta con il suo club di provenienza, ovvero il San Lorenzo.